Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

ELEZIONI I ribelli del Pd studiano la candidatura del giudice Di Nuzzo. Ritorna in auge il nome di Campolattano

14 / 03 / 2017

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Nonostante un voto ‘certificato’, il centrosinistra di Maddaloni ancora non è sceso ufficialmente in campagna elettorale. La vittoria di Giuseppe Razzano alle Primarie, in parte attesa anche alla vigilia, invece di unire la coalizione e permettere di avviare la campagna elettorale in netto anticipo rispetto agli avversari ha provocato scossoni e ripensamenti. In questi giorni il gruppo che ha sostenuto alle Primarie Flavio Smarrelli col l’appoggio dei Giovani Democratici sta ragionando sull’opportunità di candidare a sindaco il giudice di pace Alfonso Di Nuzzo, che avrebbe anche dato la sua disponibilità ad una discesa in campo. Sta cercando di organizzarsi anche Vincenzo Santangelo, primo dei non eletti in Regione Campania, anche se nelle ultime ore sta girando con insistenza il nome di Angelo Campolattano, quale tentativo di mettere d’accordo tutte le anime del Partito democratico superando (a questo punto complessivamente) le Primarie (anche se oggi apparte difficile che Razzano possa fare un passo indietro). Da verificare, invece, quelle che saranno le scelte di Gianpiero Zinzi nella nuova veste di coordinatore provincia di Forza Italia: l’ipotesi di un accordo con Andrea De Filippo è ancora in piedi, anche se l’ex candidato sindaco, nelle scorse settimane, ha chiarito di non volere partiti al suo fianco.

maddaloni elezioni giudice di nuzzo santangelo campolattano peppe razzano
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.

     
http://api.viralize.tv/vast/?zid=AABDjcQFjsvezgFO&u=noicaserta.it