Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Elezioni provinciali. Scatta la caccia al posto in lista. Tutti i nomi dei papabili candidati

01 / 04 / 2015

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Più passano i giorni, più si avvicina il momento in cui Domenico Zinzi dovrà dire addio agli uffici della presidenza della Provincia di Caserta. La data prescelta dovrebbe essere quella del 7 maggio anche se negli uffici della ex Saint Gobain non hanno ancora provveduto a costituire l'ufficio elettorale. Ma che il momento del voto si stia avvicinando lo si capisce dal numero di candidati o presunti tali che si sta affacciando sullo scenario politico. Tutti che avanzano il proprio nome, tutti alla ricerca di un posto in lista.

A Caserta c'è, in primis, il nodo uscenti. Il capogruppo di Forza Italia in Provincia, Nicola Garofalo, ha già fatto intendere di voler essere riconfermato, mentre Filippo Mazzarella sembra essersi fatto da parte così come Donato Affinito (che sta guardando già alle prossime comunali). Al suo fianco potrebbe trovare spazio il capogruppo di Forza Italia al Comune di Caserta Roberto Desiderio, anche se una richiesta in tal senso è stata avanzata anche da Antonio De Crescenzo e Mimmo Guida (con quest'ultimo che potrebbe aderire ad una possibile lista del senatore Enzo D'Anna alla quale, però, si sta ancora lavorando). C'è poi da valutare la posizione di un altro consigliere provinciale Danilo D'Angelo di Casagiove che pure punta alla ricandidatura in Forza Italia. 

Anche ad Aversa la fila è lunghissima. C'è in primis il consigliere provinciale uscente Elia Barbato che però deve fare i conti col fatto di avere il partito contro. Anche perché c'è anche il vice presidente provinciale uscente Gianpaolo Dello Vicario che chiede spazio, oltre ai 'neo forzasti' Imma Lama ed Orlando De Cristofaro (entrambi in quota Zinzi). L'Udc invece punterà forte sull'uscente Luigi Menditto. Nel Pd vuole un posto in lista il consigliere comunale Salvino Cella, anche lui uscente. 

A Santa Maria Capua Vetere nella lista di Forza Italia ci sarà il consigliere comunale Fabio Monaco, con Emiddio Cimmino, sindaco di San Tammaro, pronto a fare la parte da leone grazie all'asse con la famiglia Stellato a Santa Maria Capua Vetere, anche se ci sono le velleità di Danilo Feola sempre del gruppo Pd (anche se vicino a Pina Picierno). 

A Marcianise, invece, c'è il Nuovo Centro Destra che sembra aver deciso di puntare su Pasquale Tartaglione, mentre Fratelli d'Italia vorrebbe mettere in lista il presidente del consiglio comunale Giuseppe Tartaglione. Da Marcianise, poi, potrebbe uscire anche un nome in quota Forza Italia vicino a Domenico Zinzi (uno tra Francesco Zinzi e Carmen Foglia) anche se c'è Pier Luigi Salzillo che potrebbe provare l'esperienza. E non escluso il nome di Filippo Fecondo del Partito democratico. 

A Maddaloni è guerra tra Gennaro Cioffi e Giancarlo Vigliotta, che si potrebbero trovare contro nella competizione. Sul primo, papabile candidato in Forza Italia, c'è il pressing di Carmine Antropoli; sul secondo ci potrebbe essere l'appoggio del sindaco Rosa De Lucia in caso di mancata candidatura alle elezioni provinciali. Nel Pd, invece, c'è l'idea Gaetano Esposito che potrebbe chiudere l'accordo con Stefano Graziano per le elezioni regionali; nel Nuovo Centro Destra è forte l'aspirazione di Andrea De Filippo

Un posto in lista, sempre in quota Forza Italia, lo chiedono anche i sindaci di Valle di Maddaloni (Giovanni Pascarella), Presenzano (Andrea Maccarelli), Dragoni (Silvio Lavornia) e Baia e Latina (Michele Santoro) così come l'assessore provinciale uscente ed ex sindaco di Caiazzo Stefano Giaquinto. Tra gli azzurri da valutare anche le richieste di Manuela Cinquegrana di Sant'Arpino, mentre Andrea Martusciello di Casapulla potrebbe trovare spazio nella lista Campania Positiva che avrà il sindaco di San Felice a Cancello Pasquale De Lucia.

provincia caserta elezioni data candidaati liste
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.