Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

TRAGEDIA IN PIENO CENTRO | Elvirio si e' tolto la vita gettandosi dal balcone di casa

02 / 10 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Dramma a Orta di Atella: un uomo, Elviro Di Meo, si è tolto la vita questa mattina dopo un volo di diversi metri. Una tragedia immane ha gettato nello sconforto la città di Orta di Atella: Elvirio, ha deciso di farla finita gettandosi dal balcone dell'appartamento nel quale risiedeva insieme alla mamma, tra via Albana e via Latina.

Il tonfo improvviso, causato dalla violenta caduta del corpo dal balcone, collocato a diversi metri d'altezza, ha subito fatto scattare l'allarme tra i parenti della vittima, anch'essi presenti nell'abitazione, i quali si sono lasciati andare a strazianti urla, non potendo trattenere in alcun modo il dolore infinito che in quel momento stava straziando il loro corpo e le loro anime. 

I primi a prestare soccorso sarebbero stati alcuni vicini di casa dell'uomo, riversatisi immediatamente in strada per tentare di rianimare la vittima. Sul luogo del tremendo accaduto è giunta poco dopo anche un' ambulanza: inutili tutti i tentativi di soccorso dei sanitari del 118, i quali non hanno potuto far altro che constatare il decesso dell'uomo.

Sup posto sono giunti intorno alle 9.00 anche i militari del comando locale dei Carabinieri, seguiti poi da quelli di Aversa. Intorno alle 11 il corpo dell'uomo si trovava ancora in strada, in un lago di sangue formatosi in seguito alla caduta sull'asfalto. 

Elviro, personaggio conosciutissimo e molto attivo tra la fine degli anni 90 e l’inizio degli anni 2000 fino a qualche anno fa, quando, con il declino di Forza Italia, anche lui si era eclissato. Persona sensibile, gentile e sicuramente sorprende la decisione, da lui presa, di chiudere il conto con la vita che aveva affrontato, per quanto c’è stato dato modo di conoscere, in maniera sempre entusiasta e costruttiva.

Figlio unico, giornalista e anche architetto, aveva perso il padre e da quel momento aveva cominciato a soffrire, perchè quel padre, evidentemente, per lui era stato un riferimento irrinunciabile. Ultimamente lavorava tra Venezia e Firenze.

Elviro Di Meo morto suicidio orta di atella
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.