Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Truffa con falsi incidenti, chiude le indagini: in 28 rischiano di finire sotto processo

07 / 04 / 2016

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Truffa con falsi incidenti stradali, la Procura chiude le indagini su 28 persone che adesso rischiano di finire sotto processo. Secondo le accuse gli indagati avrebbero falsificato le denunce di incidenti stradali mai avvenuti, portando a corredo anche referti medici del Pronto soccorso e visite mediche specialistiche ortopediche, ottenendo maxi risarcimenti dal fondo vittime per la strada. In questi giorni sono stati recapitati gli avvisi di conclusione di indagine a carico di Andrea Landolfi di Napoli, Marco Iacovone di Caserta, Fernando Foschini di Caserta, Raffaele Barra di Salerno, Daniela Marchetti di Napoli, Vincenzo Fusco di Caserta, Mauro Paudino di Napoli, Raffaele Romano di Arpaise, Vincenzo Tufano di Napoli, Tommaso Di Carluccio di Marcianise, Annunziata De Santis di Caserta, Maurizio Palestra di San Giorgio a Cremano, Luigi Raucci di Caserta, Raffaella Aliberti di Napoli, Erminia Iodice di Caserta, Amalia Puca di Torre Annunziata, Luigi Murazio di San Nicola la Strada, Rosa Franco di Acerra, Giuseppina Bardari di Caserta, Maria Uranio di Marcianise, Francesca D'Agostino di Caserta, Raffaele Russo di Napoli, Mario Pirozzi di Caserta, Francesco Paolo Pirozzi di Caserta, Maria Concetta De Biasi di Pomigliano d'Arco, Giovanna Ciaraffa di Aversa, Carlo Papa di Caserta. 

caserta falsi incidenti marcianise san nicola indagati processo
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.