Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

LIBERTA' DI INFORMAZIONE | De Luca contro il giornalista di Fanpage: «Vai via, qui solo persone civili». IL VIDEO

19 / 02 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Momenti di tensione al Golden Tulip di Caserta, dove si è svolta la convention di Campania in Movimento alla presenza del governatore Vincenzo De Luca, quando un giornalista di Fanpage ha chiesto proprio al presidente della Regione Campania «perché ci avete chiamato camorristi?». Il riferimento è al video di oltre dieci minuti in cui De Luca è intervenuto su quanto pubblicato dalla testata napoletana online in cui compare il figlio Roberto che parla di ecoballe con un finto imprenditore. Alla domanda del cronista di Fanpage, De Luca ha risposto: «Via, via, qui solo persone civili». Il cronista, definito da alcuni presenti «provocatore», si è poi allontanato, circondato da qualche poliziotto, restando comunque al lato del palco.

Oltre all' episodio del giornalista di Fan Page, c' è stato anche, l'evento organizzato stasera dal consigliere regionale Alfonso Piscitelli, con molti gli amministratori comunali presenti tra assessori, consiglieri e sindaci, Carlo Marino, la consigliera provinciale di Teverola Improta, il sindaco di Casagiove Roberto Corsale, Luciano Sagliocco di Aversa, il sindaco di Piedimonte Matese Di Lorenzo,  l'ex parlamentera Gianni Piccirillo, Mimmo Santonastaso, figlio del defunto ex sottosegretario, Lello Menditto, l'ex consigliere regionale Edoardo Giordano, Antonio De Pandis, i consiglieri comunali di Caserta di Lorenzo Gentile, Filippo Mazzarella e Mimmo Maietta. Nel pubblico anche alcuni componenti del senato accademico e del consiglio di amministrazione della ex Sun e oggi Università Luigi Vanvitelli. Dopo un periodo in cui si era defilato, si è rivisto anche l'ex assessore e ex consigliere comunale di Caserta, Luigi Del Rosso.

DE LUCA FAN PAGE RIFIUTI ROBERTO
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.