Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Fermato in auto con cocaina e soldi, prova a fuggire ma viene arrestato a Castel Volturno

04 / 01 / 2013

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


 

A Castel Volturno, in via delle Begonie, località Pinetamare, i carabinieri hanno arrestato il nigeriano John Patrick, 28 anni, domiciliato sul litorale castellano, resosi responsabile di violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale in concorso e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Il ragazzo è, inoltre, destinatario dell’ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, dovendo espiare la pena di dieci mesi di reclusione per il reato di istigazione alla corruzione, commesso in Mondragone il 9 giugno 2010.  L’uomo è stato bloccato dai militari dell’Arma alla guida di un’autovettura in compagnia di un connazionale. La successiva perquisizione personale e veicolare ha consentito di rinvenire e porre sotto sequestro un involucro contenente cocaina, del peso complessivo di 10 grammi, accuratamente occultato all’interno del passaruota anteriore dell’autovettura. A tali risultanze, gli stranieri hanno opposto resistenza ai carabinieri aggredendoli fisicamente nell’intento di darsi alla fuga. Infatti nella concitazione il nigeriano in compagnia dell’arrestato è riuscito a scappare facendo perdere le proprie tracce. Lo stesso è stato deferito in stato di irreperibilità per i medesimi reati.  Lo stupefacente rinvenuto viene assunto in carico e debitamente custodito in attesa di essere versato presso l’ufficio corpi di reato, mentre somma di denaro contante di 1320 euro, rinvenuta sulla persona del Patrick ascritta quale sicuro provento dell’attività di spaccio, sarà depositata presso il fondo unico di giustizia

droga cocaina arrestato castel volturno castel volturno fuga
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.