Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Festa PD a Castel Volturno, duro attacco di De Luca: "Gli immigrati delinquono più degli italiani"

02 / 10 / 2017

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


"A Caserta abbiamo voltato pagina, non c'è mai stata così tanta attenzione da parte del Governo regionale su questa provincia, che ha enormi potenziali dal punto di vista agricolo, produttivo, logistico, culturale, nella zootecnia". Lo ha dichiar il governatore della Campania Vincenzo De Luca a Castel Volturno per la Festa del Pd provinciale. "Ciò che abbiamo fatto noi per valorizzare la Reggia non lo ha mai fatto nessuno - ha proseguito De Luca - ci siamo inventati l'evento 'Estate da Re" con tre milioni di euro, portando a Caserta, nei cortili della Reggia, la grande lirica e artisti come Ennio Morricone; qualche giorno fa ci sono state le gare di canottaggio con le università di Oxford e Cambridge. Abbiamo dunque fatto rivivere la Reggia che era abbandonata, e faremo rivivere anche il litorale domizio, che trasformeremo nella Romagna del Sud".

De Luca ha poi dato delle cifre: "Per tutto il litorale domizio abbiamo previsto dentinaia di milioni di euro di fondi europei; in particolare abbiamo già stanziato 64 milioni di euro per il collettamento delle reti fognarie dei comuni di Castel Volturno, Mondragone e Villa Literno, abbiamo ripreso il progetto per i Regi Lagni da 200 mlioni euro, finanziato per mezzo miliardo di euro cinque impianti di depurazione, in modo che la prossima estate il mare sia ancora più pulito". Poi il governatore ha toccato il delicato tema degli immigrati: "Il Pd deve riavvicinarsi alla gente e dire la verità sugli immigrati: anche loro delinquono e lo fanno più degli italiani. Dobbiamo dirlo anche nelle nostre riunioni interne". Un messaggio chiaro lanciato in una città dove sono presenti oltre 10mila migranti senza permesso di soggiorno, molti nati e cresciuti in zona, altri arrivati dopo e sfruttati nei campi o dalla criminalità. "Come Pd - ha aggiunto De Luca - dobbiamo capire che nelle città si vive nella paura e parte di questa è determinata da una presenza di extracomunitari che realizzano un tasso di delinquenza 4 volte superiore ai nostri connazionali. De Luca ha ricordato la situazione di Salerno, dove gli immigrati occupano il lungomare vendendo prodotti contraffati e spacciando droga.

 

© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.

     
http://api.viralize.tv/vast/?zid=AABDjcQFjsvezgFO&u=noicaserta.it