Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Finalmente grande Juve anche in trasferta: i bianconeri s`impongono 63-77 contro Pesaro

25 / 11 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Primo acuto in trasferta per la Juvecaserta che all’Adriatic Arena batte la Scavolini Banche Marche Pesaro, dopo una gara assolutamente dominata da tutti i punti di vista. Davanti a 3000 spettatori (una ventina quelli casertani) i ragazzi di Pino Sacripanti partono  forte con Jonunas che piazza subito una tripla che dimostra il fatto che di certo i bianconeri non sono sbarcati a Pesaro per una gita scolastica. Nei primi 15 minuti la partita è molto equilibrata con i padroni di casa che giocano meglio e sono sempre in vantaggio grazie ai canestri di Mack e Cavaliero, gli unici due a mantenere alto l’onore della Scavolini per tutta la gara. Pesaro però non riesce mai a scappare per davvero, grazie anche ad una Juve che gli resta sempre attaccata subendo un massimo svantaggio di sette punti. A due minuti dal termine del secondo periodo ecco la svolta della gara, con i padroni di casa che sul +7 si addormentano e la Juve coglie l’attimo, piazzando un parziale di 10-0 con i canestri di Maresca (due bombe da tre per lui) e di Jelovac (quest’ultimo sempre più protagonista). Con una Scavolini allo sbando sia in attacco (9/25 da 2 punti, 11/31 da 3 punti) che in difesa (ben 17 palle perse,) la Juve  scappa via con grande sicurezza bersagliando di punti e non lasciando niente agli avversari. Trascinata da un grande Maresca, capitano e direttore d’orchestra di una squadra quest’oggi quasi perfetta, la compagine di Terra di Lavoro si prende la prima vittoria in trasferta, terminando la gara col punteggio di 63-77 contro una Victoria Libertas Pesaro troppo brutta per essere vera. I punti in classifica ora ne sono 8 e questa vittoria può essere davvero la svolta della stagione.
Caserta Sport JuveCaserta sacripanti sacripanti Scavolini Banca Marche Pesaro
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.