Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Abusivismo ostinato, 90mila euro di merce sequestrata dalla Guardia di Finanza. Bloccate 13 persone

07 / 08 / 2017

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Non si ferma il commercio abusivo a Caserta che, complici il caldo e la bella stagione, punta ai flussi di persone rimaste in città e spinte in strada dall’afa.

Durante la scorsa domenica, in serata, la Guardia di Finanza di Caserta, in coordinamento con le altre forze di Polizia e con la Polizia Locale, ha effettuato il sequestro di merce esposta abusivamente, per un valore di circa 90mila euro, sanzionando 13 persone.

Più di trenta gli uomini impegnati, in uniforme e in borghese, e una dozzina di pattuglie che hanno perlustrato la città e le aree a maggior afflusso serale di visitatori.

Durante l’operazione, i militari hanno effettuato numerosi passaggi e controlli a piazza Cattaneo, risultata libera dai venditori ambulanti, e quindi a Casertavecchia e in tutto il centro cittadino, individuando e sanzionando 12 venditori ambulanti e 1 parcheggiatore, e sequestrando circa 10mila articoli d’abbigliamento e accessori vari, tra cui borse, portafogli, cinture, bigiotteria, cappelli, articoli per la telefonia ed altri accessori.

I venditori individuati, di nazionalità senegalese, intenti ad esercitare il commercio ambulante in Corso Trieste e a Casertavecchia – di cui uno denunciato penalmente in quanto irregolare sul territorio dello Stato – sono stati sanzionati anche per l’occupazione e lo stazionamento in aree di particolare tutela del decoro urbano. Denunciato, inoltre, 1 soggetto di nazionalità italiana per inosservanza della prescrizione del Foglio di via emesso dal Questore. La merce è stata sottoposta a sequestro amministrativo e i venditori abusivi sono sttai sanzionati con una multa che va da 2.500,00 a 15.000,00 euro.

abusivi caserta finanza senegalesi corso trieste
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.