Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Forza Italia, il gran ritorno di Sarro. Affiancherà la Rossi nelle trattative per le elezioni

04 / 03 / 2016

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Uscito dalla porta principale, rientra dalla finestra, ma in una situazione che lo erge a sicuro protagonista della prossima tornata elettorale. Carlo Sarro, deputato di Forza Italia, che rimase indagato nell'ambito dell'inchiesta Medea e che per questo aveva rassegnato le dimissioni dall'incarico di commissario provinciale, sarà infatti il braccio operativo di Maria Rosaria Rossi, la 44enne senatrice di Forza Italia inviata a gestire il partito fino alla prossima tornata elettorale. Per Sarro il tribunale del Riesame fece cadere le accuse (il pm aveva chiesto il suo arresto) ma intanto si era già insediato il neo commissario Paolo Russo alla guida del partito. Ora il nuovo cambio ed il rientro di Sarro. Che gestirà la delicata scelta dei candidati sui territori in collaborazione con la commissaria Rossi che, naturalmente, non potrà essere presente con grande costanza in provincia di Caserta (è il braccio destro di Silvio Berliusconi) lasciando dunque che sia Sarro a portare avanti le trattative. Una scelta, quella di Berlusconi, che non farà piacere sicuramente al consigliere regionale Gianpiero Zinzi che aveva trovato in Paolo Russo una sponda per piazzare i suoi candidati a sindaco (Enrico De Cristofaro ad Aversa e Gianni Mancino a Caserta). E c'è chi dice che proprio questa 'vicinanza' col figlio dell'ex presidente della Provincia di Caserta sia alla base del 'dimissionamento' di Russo da Terra di Lavoro.

caserta forza italia carlo sarro maria rosaria rossi elezioni commissario
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.