Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Forza Italia, i giovani chiedono spazio: ‘Più meritocrazia, capacità ed esperienza’

05 / 01 / 2015

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


È bastata un’immagine pubblicata dall’Eurodeputato di Forza Italia Fulvio Martusciello ad innescare la rivolta dei giovani di Forza Italia. Nell’immagine postata sul profilo personale vengono mostrate tutte le tessere del partito dell’Eurodeputato azzurro con la scritta “Sangue blu” seguite dal commento: “Militanza militanza militanza solo così si torna a vincere”.

 

Sono state proprio queste parole a scatenare l’apprezzamento e la rivolta pacifica dei giovani e non solo di Forza Italia. Il primo ad intervenire sotto il post di Martusciello è stato Pasquale Martinelli, il quale auspica più spazio ai giovani: “È una vita che militiamo, è arrivato il tempo che incidiamo e per farlo c'è bisogno di spazio: largo ai giovani”. Segue Antonio Borzacchiello, da anni in Forza Italia Giovani: “Ecco la parola giusta Fulvio Martusciello: militanza. Sono anni che militiamo e ci chiediamo -spiega Borzacchiello, quando si passerà dalle parole, dagli spot pubblicitari di campagne elettorale ai fatti. Leggo numerose dichiarazioni di esponenti del nostro partito che inneggiano al ‘largo ai giovani, capaci, con militanza ed esperienza’. Purtroppo queste rimangono come sempre solo delle belle parole. Anche il Presidente Silvio Berlusconi auspica da mesi più spazio per i giovani. Sono 11 anni che sono fedele a Forza Italia sempre e comunque in difesa del nostro Presidente. Come me tanti altri giovani stanchi di un modo di far politica che non ci appartiene. Bisogna iniziare a premiare la militanza, i giovani con esperienza, passione, dedizione e impegno! giovani che da anni sono rilegati negli angolini dei partiti e che vengono chiamati solo per fare le campagne elettorali, affiggere manifesti, montare gazebo, fare manifestazioni di piazza e di partito.  Da questa immagine lei sottolinea che è una persona che milita da tanti anni nel nostro partito e sono a conoscenza seguendo la sua attività che tramite l'assessorato prima e la delega oggi alle attività produttive ha fatto tanto per i Comuni della Regione Campania. Prenda lei Onorevole l'impegno, sicuro della sua persona capace e rispettosa del prossimo e dei giovani ad avviare finalmente una stagione di ricambio (che non guardi solo l'età anagrafica) nel nostro partito.  Basta parole che odorano di presa in giro. Siamo i giovani militanti di Forza Italia. So benissimo inoltre – conclude Borzacchiello - che il mio pensiero è il pensiero di tanti giovani con i quali ho avuto modo di confrontarmi. Un pensiero soprattutto di militanza e meritocrazia. A voi giovani il mio appello a far sentire la nostra voce perché non possiamo lamentarci e sperare che cambi qualcosa preferendo di restare in silenzio. Forza Giovani, sia il 2015 l'anno dei Giovani di Forza Italia. Lo afferma anche il Presidente Silvio Berlusconi ed io sono in linea e in sintonia con il pensiero del mio Leader di partito: ‘Spazio ai giovani. Volti nuovi, capaci e con esperienza’. Abbiamo tanti ottimi e capaci giovani amministratori. Mi preme sottolineare che il mio non è un pensiero da “rottamatore”. Abbiamo nel nostro partito esponenti capaci e con esperienza a loro l’auspicio di far largo ai giovani avviando una collaborazione e non impedendogli di crescere ed emergere. Che futuro ha il nostro partito se si preferisce allontanare e fermare i giovani?”. La discussione continua sul profilo personale di Borzacchiello dove a prendere la parola è Federica Turco, che aggiunge: “La militanza e' la prima cosa e chi milita, merita.  In questa realtà, dove i vecchi fanno guerre inutili per prendersi ancora visibilità e puntare a proprie candidature, di che parliamo?  Loro non daranno mai spazio, proprio perché non è maturata una politica di responsabilità, ma leggo solo uno sfrenato poltronismo. Comunque, continuiamo così.  Io non mollo e non mollerò. Sai qual è stato il problema di forza Italia?  Persone poco lungimiranti e soprattutto "referenti ignoranti" sui territori, che hanno pensato a coltivare il piccolo orticello. Allora bisogna partire dai territori, partendo dai coordinatori, scelti non sulla base dell'appartenenza a una corrente piuttosto che a un'altra, ma su un effettivo merito, e soprattutto non sulla base di quella ridicola corsa alla tessera. Quando si partirà così, allora potranno iniziare a cambiare le cose, soprattutto abbiamo bisogno di competenza.  Sono da 10 anni fedele al nostro partito, ho, con fatica, costruito un gruppo sul territorio e ho cercato di fargli capire i valori di meritocrazia e responsabilità.  Insisto sui giovani in un paese dove la classe dirigente è vecchia.  Non si può immaginare un partito che guarda al futuro senza giovani, anzi con un età media di 90 anni più iva.  Gli anziani alle spalle, con la loro esperienza, e i giovani, tanti giovani, avanti. Bisogna fare un lavoro sinergico.  Ma quando li scolli dalla poltrona”.

caserta forza italia giovani antonio borzacchiello fulvio martusciello partito
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.