Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Forza Italia, Ventre 'non basta' per la pace. Zinzi vuole l'accordo anche su De Cristofaro

18 / 04 / 2016

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


La guerra fredda in Forza Italia ancora non è finita. La mossa del presidente della Provincia Angelo Di Costanzo di chiudere la partita sul candidato sindaco a Caserta accodandosi sul nome indicato dal consigliere regionale Gianpiero Zinzi, quello di Riccardo Ventre, non ha ancora placato completamente le tensioni esistenti in Forza Italia. Quanto è accaduto nelle ultime settimane, del resto, ha lasciato qualche segno, e, soprattutto, c'è ancora un'altra partita che non è stata definita. Ad Aversa, infatti, Forza Italia ha ancora in campo due candidati diversi: Enrico De Cristofaro sponsorizzato da Gianpiero Zinzi e Gianpaolo Dello Vicario, che ha ottenuto il simbolo da Di Costanzo. Qui la partita sembra più difficile rispetto a Caserta. Zinzi è partito in netto anticipo con Enrico De Cristofaro, mentre Dello Vicario è riuscito a chiudere la partita solo pochi giorni fa, col sostegno di Forza Italia (svuotata in gran parte del gruppo di candidati che si è spostato in Forza Aversa con De Cristofaro) e Fratelli d'Italia, in attesa di avere l'ufficializzazione di Balena Bianca. Una spaccatura che rischia naturalmente di favorire il Pd di Marco Villano e che Zinzi vorrebbe ricucire, ma portando Forza Italia su De Cristofaro. Ma Di Costanzo avrà intenzione di sancire veramente la pace chiedendo un passo indietro a Dello Vicario? Certamente una Forza Italia coesa potrebbe affrontare con maggiore facilità le picconate che stanno arrivando da quella parte di Fratelli d'Italia guidata dalla deputata Giovanna Petrenga, che a Caserta vuole rompere a tutti i costi candidando il suo amico costruttore Antonio Crispino.

forza italia zinzi di costanzo accordo petrenga aversa
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.