Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Fotogrammi del passato e gli intrecci del presente. Il cinema attraversa la strada verso casa

19 / 05 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Parte la terza edizione del Festival del Cinema Inipendente e lo fa con lo sguardo e gli intrecci visivi di Samuele Rossi, che con la sua opera prima "La strada verso casa, si fa portavoce delle difficoltà di oggi, della liquida quotidianità con i destini di ognuno di noi che si intrecciano alla continua ricerca di equilibrio continuamente rinegoziato. Film girato interamente con la cooperazione e la passione di un gruppo di appassionati professionisti under 35,  vede le storie e i destini di Michelangelo, giovane e orgoglioso aspirante scrittore, che dopo la morte del padre, si trova di fronte ad un'importante scelta, Antonio, imprenditore,  imprigionato nell’eterno presente della moglie Marta, incapace di elaborare il lutto della figlia morta tempo prima e Giulia,una giovane madre che, dopo l’incidente del marito avvenuto pochi giorni prima del parto, decide di vivere in ospedale aspettando che il marito, Massimo, si risvegli dal coma. Tutte storie apparentemente distanti, s’intrecciano invece in modo inaspettato. La consapevolezza del dolore dà loro la possibilità di tornare a vivere in modo nuovo e, seppur nella sofferenza, di tornare a casa. In mattinata invece omaggio al neorealismo ed ad un suo grande interprete, Vittorio de Seta che con il suo sguardo cupo ed un po' spietato è stato testimone del Sud e dei suo drammi narrati attraverso le sinestesie visive dei suoi fotogrammi che raccontano la pesca e l'agricoltura, le zolfatare e la pastorizia, il rapporto con la fatica quotidiana e con la natura: mare e terra, in pace o in fermento, la natura è un 'erma bifronte. Tanto ci è amica, tanto, a volte, è compagna di illusioni.
Caserta Eventi Politica Cellole Cellole parco fluviale
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.