Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

RAPINA IN PIENO CENTRO | Ruba una borsa a bordo dell' auto con bambini a bordo fuori la scuola: insegnante rincorre il ladro. IL NOME

19 / 07 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Paura questa mattina a Caserta. Un uomo sulla 40ina, già noto alle forze dell' ordine, Francesco De Blaso, è stato individuato delle telecamere di videosorveglianza dell’istituto Sant’Antida questa mattina, poco dopo le 8:30, dopo aver rubato una borsa di una mamma che stava accompagno a scuola il suo bambino. L’uomo, che indossava una t-shirt rossa e un pantaloncino, è entrato rapidamente nell’auto della donna, un medico, portando via il tutto.

LA DENUNCIA DELLA SCUOLA - La persona che vedete nelle foto( Francesco De Blaso), questa mattina ha compiuto un atto gravissimo.
All' ingresso dell’Istituto Sant' Antida intorno alle ore 8.30, mentre una mamma si apprestava a far scendere i propri bambini dall'auto, questo individuo si è avvicinato, ha aperto lo sportello dal lato opposto, (mentre uno dei bambini ancora sedeva nel sediolino di solo 2 anni), e incurante di tutti , è entrato nella vettura spaventando il bambino per appropriarsi della borsa della mamma. 
La stessa , inerme, aveva già l’altro figlio in braccio ed ha temuto che il deliquente potesse fargli del male. Il personale dell istituto è intervenuto tempestivamente, allertato dalle urla della mamma. Una maestra coraggiosa ha rincorso il delinquente, riuscendo a ritrovare la borsa lanciata in un portone , oramai svuotata. La mamma ha riconosciuto l'individuo, già noto alle forze dell'Ordine.
Questo messaggio ha lo scopo di smascherare questo delinquente che si aggira indisturbato nella città , avvicinandosi , senza scrupolo a donne e bambini indifesi. Aiutiamo le forze dell'Ordine a consegnare alla Giustizia questa persona.

Francesco De Blaso rapina scuola sant antida caserta
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.