Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Fratello e sorella bloccati con la cocaina in auto a Maddaloni

19 / 09 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Nuova operazione antidroga della Squadra Mobile di Caserta nel comprensorio di San Felice e Cancello e Maddaloni. Nel corso della serata, nell’ambito dei servizi da tempo predisposti dalla Questura di Caserta per fronteggiare lo spaccio di sostanze stupefacenti, gli agenti della Squadra Mobile, intorno alle 18.30, in Maddaloni, in Via Grotticella, angolo Via Fiume, hanno arrestato in flagranza di reato un uomo, Raffaele Rivetti, 54 anni, incensurato, poiché sorpreso in possesso di circa 5 grammi di cocaina, denunciando a piede libero la sorella, Elena, con precedenti per reati in materia di stupefacenti, entrambi di San Felice a Cancello. Come in altre circostanze, questo pomeriggio, un equipaggio della Squadra Mobile, in servizio antidroga, intimava l’alt ad una vettura KIA “Venga”, a bordo della quale viaggiavano Elena Rivetti, alla guida, ed il fratello Raffaele, lato passeggero. Alla vista dei poliziotti, la conducente, simulando di non avere notato i poliziotti, tentava di distanziare la pattuglia, mentre il fratello Raffaele lanciava dal finestrino un piccolo involucro. Dopo alcune decine di metri, i fratelli Rivetti, entrambi domiciliati a San Felice a Cancello, convinti di avere eluso il controllo, si fermavano, ignorando che il gesto era stato notato dagli esperti ed accorti poliziotti che, infatti, tra la sorpresa dei due, recuperavano immediatamente il piccolo incarto che, in seguito, risultava contenere circa 5 grammi di cocaina in forma solida. Poiché Raffaele Rivetti dichiarava che la sostanza era nella sua esclusiva disponibilità, veniva tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio della cocaina, ed accompagnato alla Casa Circondariale di Santa Maria C.V. dopo le formalità di rito, mentre la sorella veniva denunciata in stato di libertà.
Cronaca Maddaloni San Felice a Cancello Teverola Teverola Piedimonte Matese
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.