Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Il pentito incastra i fratelli Campomaggiore: "Usura coi soldi dei boss. Prestato fino a 1 milione di euro"

06 / 11 / 2015

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Un giro di usura grandissimo che ha raggiunto finanche il milione di euro. E' quello che svela il pentito del clan Belforte Domenico Cuccaro relativamente all'indagine relativa ai fratelli Campomaggiore di Marcianise, finiti in carcere nei giorni scorsi. "I fratelli Campomaggiore, Pietro, Michele e Salvatore (quest'ultimo è indagato a piede libero, nda), hanno sempre fatto prestiti ad usura. Il capo è Pietro. Approfittando delle loro abilità nel campo dell'usura, il clan Belforte e specialmente i fratelli Belforte ed anche Michele Froncillo, Luigi Trombetta e Bruno Buttone, gli affidavano il proprio denaro. Questo denaro serviva da una parte a riciclare il clan Belforte e dall'altra finanziava le usure dei fratelli Campomaggiore. Non sono in grado di indicare i nominativi delle vittime di usura. Il giro di denaro prestato dai Belforte e poi restituito loro mi risultava essere molto ingente. Si trattava perlomeno di 200mila euro annui. In particolare quando i Campomaggiore dovevano ravvolgere una grossa cifra per fare un prestito, si rivolgevano al clan Belforte. I capoclan, certi della restituzione del denaro e della convenienza dell'affare, raccoglievano la coffa versandone ognuno una parte. Il denaro veniva consegnato ai fratelli Campomaggiore i quali garantivano un interesse mensile: ad esempio su una cifra di 10mila euro, l'interesse mensile corrisposto dai fratelli Campomaggiore al clan Belforte era mille euro. Stiamo parlando di circa il 10% mensile. In pratica i fratelli Campomaggiore ed il clan Belforte facevano insieme l'affare: la convenienza dei Belforte era di riciclare il denaro di proveniente illecita, ottenendo ingenti interessi, la convenienza dei fratelli Campomaggiore era quella di avere continue provviste di denaro liquido da prestare in usura (arrivano a prestare anche un milione di euro ai richiedenti) ed ottenere la protezione dei Belforte. Infatti, in alcune circostanze, so che sono intervenuti gli stessi Belforte per recuperare le somme che le vittime ritardavano a restituire ai Campomaggiore".

marcianise fratelli campomaggiore domenico cuccaro pentito clan belforte
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.