Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Fumo e inquinamento, un bimbo nato in Campania vive due anni in meno rispetto agli altri

08 / 09 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


L'allarme è di quelli che fanno paura, perchè ti mettono davanti ad una realtà conosciuta ma che in pochi riescono a comprendere nella propria interezza. E' quello che è stato lanciato ad un convegno della Società Italiana Medicina Generale dal segretario nazionale Gaetano Piccinocchi: «Influiscono sull’aspettativa di vita il contesto di povertà, i rifiuti, la mancanza di istruzione, caratteristiche della nostra Campania. Le cause principali sarebbero due: il maggior numero di donne fumatrici che si registra in Campania, e il problema dell’inquinamento atmosferico che riguarda soprattutto le province di Napoli e Caserta». Alcuni dati sono molto allarmanti: in Campania la prevalenza del cancro alla prostata è del 15%, il cancro al colon è dell’8%, al polmone è del 6%, e del melanoma è pari al 4%.
Cronaca Mondragone Politica sindaco sindaco quartiere
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.