Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Furti a raffica a Capua, perquisizioni a tappeto nel campo profughi e nelle case dei pregiudicati. Guarda il VIDEO

28 / 03 / 2013

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Controlli e perquisizioni a tappeto sono stati eseguiti, nei giorni scorsi, dai Carabinieri della compagnia di Capua. L’attività, disposta dal capitano Giovanni De Risi, comandante della compagnia, ha avuto come scopo principale quello di contrastare il fenomeno della  microcriminalità, ed in particolare di furti e rapine, soprattutto in abitazione. Gli oltre 50 militari impegnati, sin dalle prime ore del pomeriggio e fino a notte inoltrata, per diversi giorni consecutivi, hanno letteralmente passato al setaccio ogni strada ed ogni angolo della città, nonché dei comuni limitrofi. Particolare attenzione è stata posta all’ex Campo Profughi del luogo, ove sono state effettuate diverse ispezioni dei luoghi al fine di verificare le posizioni di alcuni cittadini stranieri ivi residenti. Nella circostanza sono state eseguite oltre 20 perquisizioni domiciliari e decine di quelle personali, finalizzate alla ricerca di armi, droga e refurtiva. Sono stati controllati un centinaio di veicoli ed elevate notevoli contravvenzioni al codice della strada che hanno fruttato  oltre 5.000,00 euro. Al riguardo, sono stati sanzionati utenti della strada sorpresi a circolare controsenso, a guidare con patente e assicurazione scaduta o che hanno effettuato sorpassi non consentiti dalla segnaletica stradale.  Verifiche sono state predisposte ed eseguite anche presso le abitazioni di diversi pregiudicati attualmente sottoposti a misure cautelari o di prevenzione. Non sono mancati i controlli agli esercizi pubblici nel corso dei quali sono state elevate alcune contravvenzioni in materia igienico sanitaria.
furti capua controlli perquisizioni perquisizioni carabinieri
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.