Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

CAMORRA & AFFARI | Arrestati noti imprenditori. Sequestrati negozi, ristorante, agenzia scommesse e discoteca. I NOMI

09 / 05 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


AOperazione anticamorra a Napoli con sei arresti. Tra loro anche i tre fratelli Esposito, amici di vip e di alcuni calciatori del Napoli. La Direzione investigativa antimafia del capoluogo campano sta eseguendo una misura di custodia cautelare emessa dal gip partenopeo nei confronti di tre fratelli, Gabriele, Francesco e Giuseppe Esposito, noti imprenditori con interessi nel settore della commercializzazione e distribuzione di giocattoli, delle agenzie di scommesse, della ristorazione e proprietari di in un celebre locale per serate danzanti ed eventi musicali. La misura cautelare riguarda anche le mogli di due degli imprenditori e un sesto indagato, ritenuto prestanome dei tre. 

Agli arrestati viene contestato il reato di intestazione fittizia di beni con l'aggravante di aver commesso il fatto al fine di agevolare le attività dei clan Contini e Sarno. 
La Dia napoletana sta eseguendo anche il sequestro di depositi e negozi per la commercializzazione e distribuzione di giocattoli a Napoli, nella provincia e nel Casertano, di un bar/ristorante nel quartiere di Chiaia e di un'agenzia di scommesse in piazza Mercato. Sequestrata anche la discoteca di Coroglio Club Partenopeo dove la scorsa settimana il portiere del Napoli Pepe Reina aveva organizzato una festa per l'addio ai compagni di squadra, prima del suo trasferimento al Milan. 

"I fratelli Esposito - hanno spiegato gli investigatori - grazie al loro elevato tenore di vita, frequentavano assiduamente calciatori della squadra del Napoli, nonché soggetti legati alla criminalità organizzata, con i quali non solo condividevano il tempo libero organizzando scommesse su partite di calcio, viaggi e serate nei più noti locali di Napoli venendo in contatto anche con gente del mondo dello spettacolo, ma dalla cui amicizia traevano anche benefici".

I fratelli Esposito erano già stati arrestati a luglio 2017 per un'inchiesta sempre su intestazioni fittizie di beni per conto di clan centrata sulla sala scommesse di piazza Mercato, con un giro d'affari ingente e sequestrata anche oggi, ma scarcerati dal Riesame.

© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.