Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

PEDOFILO UCCISO | Agguato appena uscito dal carcere: arrestate due persone. I NOMI

28 / 12 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Questa mattina l'operazione dei carabinieri, che hanno notificato un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip Flavio Cusani a carico dei due indagati. I due uomini, uno di S. Agata dei Goti, e l’altro di San Felice a Cancello, sono stati arrestati nell’ambito delle indagini della Procura della Repubblica di Benevento in merito all’omicidio di Giuseppe Matarazzo, il pastore di 45 anni di Frasso Telesino ucciso con due colpi di pistola lo scorso 19 luglio dinanzi alla sua abitazione.

Il sanfeliciano è Generoso Nasta, 30 anni, l’altro è Giuseppe Massaro di Sant’Agata de’ Goti, difeso dall' avvocato Alessandro della Ratta. Uno avrebbe fornito la Fiat Croma usata per l’agguato, l’altro l’avrebbe guidata con a bordo la persona, non ancora identificata che ha sparato e ucciso Matarazzo.

Diverse le unità dell’Arma impegnata. Un’operazione quella dell’Arma di stanotte che non è passata inosservata, si erano organizzati bene per acciuffarlo senza problemi e così è stato. Infatti Nasta non ha opposto alcuna resistenza. E’ stato impiegato anche un elicottero. Alle 11.30 ci sarà la conferenza stampa nell'ufficio del Procuratore Aldo Policastro.

IL FATTO - La sera del 19 luglio, intorno alle 20.30, due uomini a bordo di un'auto di colore scuro, facendo finta di essersi persi, e con la scusa di dover chiedere un'informazione sulla strada per Montesarchio, avevano fatto fuoco cinque volte contro Giuseppe Matarazzo, centrato da due proiettili, probabilmente mentre si stava girando, al cuore ed al torace.

L' agguato avvenne a distanza di un mese dal momento in cui Matarazzo era uscito dal carcere dopo aver scontato una condanna a 11 anni e 6 mesi perché riconosciuto responsabile di abusi su una ragazza quindicenne che il 6 gennaio del 2008 si era tolta la vita impiccandosi ad un albero.
 
L'inchiesta è stata anche scandita da un incidente probatorio che si è tenuto dinanzi al dottore Cusani ad ottobre, dopo la richiesta dell'avvocato Raimondo Salvione, difensore del papà della 15enne, all'epoca unico indagato.

Un appuntamento nel corso del quale il professore Ciro Di Nunzio aveva ricevuto l'incarico di eseguire gli esami biologici su due cicche di sigarette, un sassolino ed un rametto, sui quali potrebbero essersi tracce di sostanze ematica e di saliva. Reperti sequestri la sera del delitto.

Generoso Nasta Giuseppe Massaro arrestato SAN FELICE FRASSO TELESINO
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.