Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Genitori separati, bambini abbandonati: ecco il `Progetto Penelope`

05 / 10 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Il  “Progetto Penelope”, con patrocinio morale dell’ ente Provincia di Caserta, è una  iniziativa finanziata attraverso il Bando di Microprogettazione Sociale 2011del CSV Asso.Vo.Ce. (Centro di Servizio per il Volontariato della provincia di Caserta) a cura delle Associazioni di Volontariato Mezzaluna (Proponente), Associazione di Volontariato Ali e radici, Associazione di Volontariato Auser Caserta, Dipartimento di scienze giuridiche della Facoltà di Giurisprudenza della Seconda Università di Napoli. Alla conferenza stampa (martedì ore 11,30 in Provincia) parteciperanno i rappresentanti delle associazioni partners e sarà presente la Consigliera di Parità della provincia Francesca Sapone. Lo scopo dell’intervento, è quello di promuovere e garantire il diritto alla bi-genitorialità del bambino, evitandone la marginalità e l’esclusione sociale attraverso la strutturazione ed attivazione del servizio di mediazione familiare pubblico, nel territorio di riferimento, come forma di sostegno ai minori e alle famiglie in situazione di conflitto. L’ulteriore scopo che si intende perseguire è quello di contribuire a diffondere una diversa cultura dell’evento separativo, che dia sbocchi costruttivi al conflitto coniugale attraverso la mediazione familiare. Il progetto è realizzato in collaborazione con la Fondazione “Villaggio dei Ragazzi” e l’I.C. “Aldo Moro” di Maddaloni e l’AIMeF (Associazione Italiana Mediatori Familiari).
Caserta Eventi Cultura Bellona Bellona Camigliano
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.