Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Giallo sull`ampliamento del cimitero di Pignataro, Giovane Italia `smaschera` il bluff dell`assessore

22 / 11 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


“E’ doveroso svelare alla cittadinanza un ulteriore clamoroso retroscena sul giallo del cimitero fantasma a Pignataro Maggiore”. Lo afferma il presidente della Giovane Italia Mario Penna che denuncia: “Il Comune non si è presentato all’incontro con il proprietario e l’affittuario del terreno per definire i termini dell’acquisizione dello stesso che era fissato per giovedì scorso. Il rappresentante e il responsabile tecnico della Curia di Capua, proprietaria del terreno, e l’affittuario con l’agronomo inutilmente hanno aspettato l’Ing. Parente, l’Assessore Cesare Cuccaro ed il Sindaco Raimondo Cuccaro. Tutto questo mentre l’Assessore Cuccaro, solo qualche settimana fa, in prossimità delle festività del 2 novembre (è un caso?), con un annuncio alla stampa dai  toni trionfalistici rassicurava i numerosi cittadini, che hanno versato da oltre un anno diverse migliaia di euro a loculo, affermando che la pratica era in dirittura d’arrivo.  Se prima potevamo pensare che fosse l’ennesimo caso di incompetenza e di cattiva amministrazione, a questo punto sospettiamo che tale “giochetto” sul cimitero faccia parte di una precisa strategia,  tendente a conservare il denaro versato anzitempo dai cittadini il più possibile nel “bilancio” comunale per tenervi iscritte delle disponibilità finanziarie e garantirne artificiosamente l’equilibrio. Giovane Italia, vista la gravità della situazione e il crescente allarme creatosi, si rende disponibile, attraverso il proprio staff legale, a supportare gratuitamente i cittadini in una eventuale azione legale collettiva volta a tutelare i loro interessi calpestati da Cuccaro e company”.
Politica comune Pignataro Maggiore ampliamento cimitero ampliamento cimitero diocesi di capua
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.