Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

SPARATORIA IN CENTRO | Sequestrate armi a casa del finto militare

20 / 06 / 2019

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Emergono altri particolari sull'aggressione avvenuta nella giornata di ieri a via Tescione, intanto inziamo col dire che colui che stava brandendo una pistola, Gianfranco La Monica, 45 anni di Caserta, è stato operato nel reparto di medicina d'urgenza all'ospedale San Sebastiano.

L'uomo - conosciuto in zona come un ex militare anche se i suoi trascorsi si sono limitati al servizio di leva - è stato arrestato con I' accusa di minacce e resistenza aggravate a pubblico ufficiale, avendo puntato l'arma contro i poliziotti intervenuti, nonostante questi ultimi, per ben tre volte come previsto dal protocollo di polizia, gli avessero intimato di gettare la pistola.

Da altre indagini svolte tuttavia precisiamo che il personale della Squadra Mobile ha poi sequestrato al 41enne, nella sua abitazione in cui vive con la madre, quattro pistole e quattro fucili ad aria compressa. Il fatto di cronaca e' accaduto poco dopo le tredici, e si e' consumato in un quarto d'ora nella zona interessata. Nel quartiere era conosciuto come 'il Sergente'. Queste le dichiarazioni di uno dei 'passanti' che ha rilasciato queste parole "L'ho visto vestito con la mimetica mentre passava davanti al mio negozio - dice impaurito un commerciante - aveva una pistola nera che puntava non si sa verso chi o cosa; mi sono insospettito e ho chiamato sin da subito la Polizia di Stato".

Gianfranco La Monica sparatoria caserta rione tescione
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.