Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

La morte dell'ex dirigente. Disposta l'autopsia. Tra pochi giorni in programma il matrimonio del figlio

05 / 09 / 2015

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Poca voglia di parlare, ma una tristezza infinita che si leggeva negli occhi. Era questo il sentimento prorompente che venerdi' pomeriggio si viveva negli uffici del Comune di Caserta. In pochi riescono a darsi una spiegazione per il tragico destino che ha portato via Gianmaria Piscitelli, 67 anni, ex dirigente del Comune di Caserta. Piscitelli, nativo di San Felice a Cancello, trascorreva spesso il suo tempo a Letino, un luogo tranquillo dove poteva rilassarsi e dedicarsi alla pesca. Venerdi' mattina era partito da Caserta (abita in via Roma) proprio per recarsi nella sua casa in montagna, forse per dedicare qualche ore alla pesca, il suo hobby. E dire che poche ore prima, appena giovedi', si era presentato in Comune, quasi come a voler salutare, per l'ultima volta, i suoi ex colleghi. Un appuntamento col commissario prefettizio Maria Grazia Nicolo' e poi il ritorno a casa. Fino all'incidente di venerdi' mattina, quando la sua Land Rover e' finita in un burrone a Letino, dove e' stato trovato verso le ore 14 da un cacciatore di funghi. La salma e' stata recuperata solo dopo diverse ore, mentre intanto venivano avvisati i familiari, tra cui il figlio, anche lui dipendente del Comune di Caserta, che la prossima settimana aveva in programma il suo matrimonio. La salma e' stata trasportata presso l'istituto di Medicina Legale di Caserta dove sara' effettuata l'autopsia che servira' a chiarire se Piscitelli e' finito fuori strada per un malore.

caserta morto gianmaria piscitelli dirigente incidente letino
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.