Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Gianpiero Zinzi vuole sfidare Forza Italia con le 'civiche'. Ecco il piano elettorale

11 / 01 / 2016

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


E' saltato l'interpartitico di centrodestra che era in programma quest'oggi a Caserta e convocato dal commissario provinciale di Forza Italia Paolo Russo per iniziare ad entrare nel merito delle questioni spinose che dovranno essere affrontate per le elezioni amministrative 2016.

Un impegno 'romano' ha infatti impedito al deputato di essere presente nel Capoluogo di Terra di Lavoro, ma l'occasione è stata 'sfruttata' dal consigliere regionale di Forza Italia Gianpiero Zinzi per 'dialogare' col collega in Regione Massimo Grimaldi dei socialisti di Caldoro e con Gimmi Cangiano di Fratelli d'Italia per discutere del voto di primavera. Il piano del figlio dell'ex presidente della Provincia di Caserta Domenico, eletto a suon di voti a Palazzo Santa Lucia non è neanche tanto un mistero.

Gianpiero Zinzi vuole creare liste alternative a Forza Italia per due motivi. In primis mandare un segnale chiaro alla famiglia Cesaro (intesa come il deputato Luigi ed il figlio consigliere regionale Armando) che con la nomina di Russo a commissario provinciale hanno messo un altro paletto a Caserta. In secondo luogo, giocarsi qualche chances in vista delle elezioni politiche del 2018, creando liste di proprio riferimento per 'far capire' quanti sono i voti di cui dispone per riuscire a strappare un collegio blindato alla Camera.

In questo bailamme Zinzi avrà sondato il terreno anche con Grimaldi e Cangiano per capire quali siano le reali intenzioni dei caldoriani e di Fratelli d'Italia in vista delle amministrative e cercare una convergenza che vada anche oltre Forza Italia. Che rischia, questo va detto chiaramente, di uscire con le ossa rotte dalle prossime amministrative se non ci sarà una chiara presa di posizione dei vertici provinciali e regionali. Ma ad oggi, va detto, manca davvero un po' di coordinamento provinciale. Dalle dimissioni 'forzate' di Carlo Sarro il partito sembra essere davvero in balìa degli eventi.

Del resto, i movimento del consigliere regionale di Forza Italia sono abbastanza chiari. A Santa Maria Capua Vetere sta 'virando' i suoi uomini verso l'avvocato Antonio Mirra che, fuoriuscito dal Pd, sta lavorando a liste civiche autonome dai partiti. Ad Aversa il nome caldo è quello di Enrico De Cristofaro, che molto probabilmente sarà appoggiato da Forza Italia ma che certamente non è un 'candidato di partito' come lo è stato, a suo tempo, Domenico Ciaramella. A Caserta circola ancora il nome dell'ex assessore provinciale Gianni Mancino, la cui candidatura a sindaco potrebbe arrivare a prescindere se Forza Italia convergerà, o meno, sul suo nome. Scontato, poi, che a Marcianise, nella città che ha dato i natali al padre Domenico, sarà lui a dire l'ultima parola e che un candidato della 'famiglia Zinzi' in campo ci sarà. Fatti e circostanze che dimostrano come Zinzi stia lavorando su più fronti per costruire il suo futuro politico.

forza italia elezioni caserta aversa santa maria capua vetere forza italia
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.