Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

STOP INVASIONE | Cangiano fa bloccare l'ingresso di oltre 100 immigrati: 'Basta al villaggio vacanza'

24 / 07 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


"Non é stato semplice fronteggiare l'ennesimo tentativo di far diventare Villa di Briano un "villaggio vacanze" per immigrati". Queste le prime parole del Coordinatore Regionale di Fratelli d' Italia, Gimmi Cangiano, allo stop dato all' ingresso a Villa di Briano di oltre 10 immigrati, che dovevono essere accolti nella cittadina aversana. 

Ma insieme ci siamo riusciti. Insieme abbiamo vinto la prima battaglia: i 100 immigrati fermi nei bus a pochi metri da Villa Briano sono andati via. Voglio ringraziare la popolazione che è scesa al nostro fianco, capitanati dall'irriducibile assessore Anna Conte, cui va il mio plauso per il coraggio e la determinazione dimostrate nel fronteggiare una situazione difficile. Un grazie anche alle forze dell’ordine che nonostante il clima teso hanno compreso il nostro disappunto. Ma soprattutto un grazie particolare al Sindaco di Villa di Briano, Luigi Della Corte, che con grande senso di responsabilità ha agito nel solo interesse di tutta la comunità. Abbiamo vinto la battaglia. Ma la guerra è ancora lunga. Non è possibile che qualcuno dall'alto decida che un' intera cittadina debba diventare un dormitorio per immigrati. Senza minimamente considerare l'impatto che una simile scelta può avere su territori già piegati da troppe vicissitudini, e che solo la passione e l'impegno dell'Amministrazione Comunale stanno tentando di riportare alla normalità. Non ci fermeremo. Non lasceremo soli né Villa di Briano né alcun altro comune dovesse trovarsi a fronteggiare un'invasione improvvisa e irrazionale. Non è questione di intolleranza. Non è ideologia politica. È semplicemente amore per le nostre terre. Oggi ancor di piú: prima gli Italiani! 

 

gimmi cangiano immigrati villa di briano
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.