Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

INCENDIO IN GALLERIA | Il 29enne ustionato in prognosi riservata: è il figlio dell' ex sindaco. IL VIDEO DEL ROGO

16 / 11 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Recale è un paese sconvolto per, il tragico incidente di ieri, poco dopo le 14:00, nella galleria di San Leucio della variante Anas, dove Giovanni Gadola, 29enne farmacista, a causa dell' incendio è ricoverato nel reparto grandi ustionati del Cardarelli.

Il farmacista, figlio dell’ex sindaco Ovidio Gadola e nipote dell’assessore Antonio Gadola, è rimasto coinvolto in uno scontro con un’altra vettura. Nel calderone anche un autobus di studenti che si trovava a passare, proprio all’imbocco del tunnel in direzione SMCV.

La macchina, una Golf, ha preso fuoco e Giovanni è stato bloccato all’interno prima di riuscire ad uscire. Gli altri coinvolti nello schianto, quelli del bus e un camionista, sono scappati via dalle uscite di sicurezza. Un paio sono stati ricoverati per intossicazioni dai fumi del rogo.

Quando è stato estratto era ancora vigile. Poi è stato sedato all’arrivo in ospedale a Caserta e messo in coma farmacologico. Le sue condizioni sono apparse subito preoccupanti. Poi la corsa al Cardarelli, dove si trova in prognosi riservata. Gravi le ustioni alle mani, è stato investito dalle fiamme dalla cintola in su, anche il volto è stato travolto dal fuoco.

In prima serata sono andati a fargli visita anche il sindaco di Recale Raffaele Porfidia ed il presidente del consiglio comunale Francesco Ommeniello.

variante incendio galleria tunnel
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.