Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

31 ARRESTI | La droga venduta ai ragazzini nel rione anche in cambio dello smartphone. L' INTERCETTAZIONE

12 / 06 / 2018

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Lo smartphone poteva valere al 'cliente' la cessione di due dosi di crack. Il tutto emerge da una intercettazione disposta dai magistrati a bordo della Mini Cooper in uso a Giovanni Pontillo, il gestore delle piazze di spaccio dei clan Belforte e Piccolo-Letizia finito in carcere (assieme ad altre 14 persone, con un totale di 40 indagati) nell’inchiesta della procura antimafia di Napoli.

È proprio il cliente, che si trova nei pressi del parco Primavera di Marcianise, a proporre lo scambio. “Piscinale”, così viene chiamato l’uomo da Andrea Bizzaro, pusher 26enne di Marcianise, finito anch’egli in carcere, che in quel momento è in compagnia di Pontillo, propone uno smartphone Samsung Galaxy S3 Plus in cambio di due dosi di crack, non avendo il denaro per acquistare lo stupefacente.

BIZZARRO: Vi serve un Galaxy S3 Plus?

PONTILLO: S3? Quanto vuole?

BIZZARRO: Vuole due cosi

PONTILLO: S3 Plus?

BIZZARRO: Si.

PONTILLO: SI. 

BIZZARRO: Vallo a prendere Piscinale. Vallo a prendere.

 

droga parco primavera marcianise intercettazioni
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.