Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

GLI ARRESTI IN OSPEDALE Blitz di Cantone: 'Valutiamo il commissariamento'

26 / 01 / 2015

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Potrebbero esserci una clamorosa svolta nella gestione dell’ospedale Sant'Anna e San Sebastiano di Caserta, protagonista nei giorni scorsi nell’inchiesta sugli appalti truccati all’interno della struttura sanitaria che ha portato all’arresto di 24 persone. Il presidente dell'Autorità nazionale anticorruzione Raffaele Cantone, giunto questa mattina all’ospedale per una visita ispettiva finalizzata all'acquisizione di atti relativi ad alcuni appalti insieme agli uomini della Finanza, ha infatti aperto all’ipotesi di commissariamento. "Stiamo valutando le condizioni per commissariare gli appalti dell'ospedale di Caserta", ha riferito Cantone, che ha inoltre rivelato come sia in atto la verifica di alcuni appalti in mano alla Dia.

 

Sulla vicenda delle infiltrazioni mafiose nell'azienda ospedaliera di Caserta è intervenuta anche la senatrice Rosaria Capacchione, segretario della Commissione Giustizia del Senato, che ha presentato un'interrogazione in cui chiede al ministro dell'Interno come mai "la commissione nominata dalla Prefettura di Caserta non aveva rilevato le numerosissime irregolarità accertate invece dagli investigatori della Direzione investigativa antimafia di Napoli nello stesso periodo, che anno portato ai 24 arresti del 21 gennaio". La senatrice ha chiesto inoltre di commissariare i vertici della struttura ospedaliera casertana. "Rispondendo per iscritto ad una mia interrogazione (n. 3-00938) con cui chiedevo di conoscere gli esisti della commissione d'accesso, il ministro dell'Interno - ricorda Capacchione - aveva escluso infiltrazioni di stampo mafioso nella gestione della maggiore struttura ospedaliera della provincia di Caserta. Al ministro chiedo dunque come mai la Prefettura di Caserta non abbia rivelato le numerosissime irregolarità accertate invece dalla Dia, perché siano ancora in essere i contratti di fornitura e servizi oggetto di indagini, e se non ritenga di valutare con la massima urgenza, ai sensi della normativa antimafia sugli enti pubblici, la possibilità di attivare la procedura di commissariamento dei vertici dell'azienda ospedaliera".

caserta appalti truccati ospedale raffaele cantone magistrato guardia di finanza
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.