Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Grande entusiasmo al ‘Terra di Lavoro’ di Caserta per il convegno con don Patriciello

09 / 12 / 2013

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Ha letteralmente entusiasmato gli alunni dell’Istituto Tecnico Economico “Terra di lavoro” di Caserta l’intervento accolto con scroscianti applausi di don Maurizio Patriciello, parroco in Caivano ed autore del libro “Il Vangelo dalla terra dei fuochi”, al convegno fortemente voluto dalla dirigente scolastica Emilia Nocerino. Ai lavori moderati da Marco Lugni con la preziosa collaborazione di Laura Baldaccini, è intervenuto Nicola Santagata, direttore dell’Ufficio Custodia del Creato della Diocesi di Caserta e presieduto da don Antonello Giannotti, Vicario episcopale della Carità. Ampia la disamina di don Maurizio che ha calamitato totalmente  l’interesse dell’assemblea. All’inizio il sacerdote di Caivano  si è soffermato sulla denominazione dell’istituto “Terra di Lavoro” affinché la tanto martoriata terra dei fuochi possa ridiventare al più presto appunto terra di lavoro. Continuare a  non vedere non è assolutamente possibile, ricordando le marce silenziose di Caserta e Napoli che hanno coinvolto fiumi di persone il paravento del “non sapevo, non potevo immaginare” con i tanti abusi è ineluttabilmente  desueto. Per le tante vittime innocenti si è levato forte il grido di dolore di don Patriciello, che ha evidenziato come tutti dobbiamo impegnarci per i figli, i figli dei nostri figli, affinché non vengano ad insultarci fin dentro al cimitero. Poi è seguito l’intervento del medico Nicola Santagata, direttore dell’Ufficio Custodia del Creato della Diocesi di Caserta, che si è soffermato in maniera dettagliata sulle conseguenze disastrose, provocate dagli scellerati sversamenti effettuati sul  nostro territorio. Infine don Maurizio ha concluso il suo intervento con il manoscritto “Terra Mia” verro e proprio inno alla vita.
scuola caserta terra di lavoro maurizio patriciello maurizio patriciello terra dei fuochi
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.