Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

‘Guerra’ sul tribunale di Santa Maria CV, il Pdl: ‘Di Muro presenti misure concrete per evitare lo scippo’

07 / 05 / 2013

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


“L’approssimazione con la quale l’amministrazione comunale di sinistra Mattucci – Di Muro – Stellato sta affrontando l’intera vicenda relativa al tribunale e agli uffici giudiziari, è platealmente confermata dall’inadeguata risposta del sindaco alla nostra conferenza stampa dell’altro giorno”. È quanto affermato dal coordinatore cittadino del Pdl di Santa Maria Capua Vetere Salvatore Mastroianni. Secondo il coordinatore pidiellino, “l’affermazione secondo la quale Palazzo Cappabianca sarebbe già stato non voluto dai vertici del Foro sammaritano è completamente fuori luogo, infatti non solo all’epoca alla quale si riferisce il sindaco, cioè due anni e mezzo fa, si pensava esclusivamente di andarci semmai ad ubicare solo alcun uffici della procura, ma soprattutto si ragionava su uno scenario completamente diverso dal punto di vista sia delle leggi che disciplinano la geografia degli uffici giudiziari e sia dell’eventuale ventaglio di ipotesi a disposizione. Ad esempio allora ancora a nessuno era venuta l’idea, così come a questa amministrazione, di andare a firmare contratti con privati per circa un milione di euro all’anno, per nove anni di semplice fitto di capannoni industriali da adibire a sedi di giudice di pace”. L’impegno con la Guardia di Finanza di cui ha parlato Di Muro, secondo Mastroianni “è ancora più discutibile, l’unico impegno è una delibera, di mero indirizzo, risalente all’aprile 2012, più di un anno fa, rispetto alla quale formalmente ed ufficialmente il nostro Comune non ha saputo più nulla”. Il Pdl si è limitato, afferma Mastroianni, “ad evidenziare che il Cappabianca come volumetria e come fase di ultimazione dei lavori sarebbe pronto “chiavi in mano” per rappresentare la soluzione più funzionale alle sempre più pressanti esigenze degli uffici giudiziari, relative al nostro tribunale”. Il Pdl, conclude il coordinatore  cittadino, “ha semplicemente chiesto a questi amministratori di illustrare una volta per tutte, in maniera chiara e senza fronzoli, quali altre soluzioni pronte, immediate e adeguate dal punto di vista della volumetria, può mettere in campo per evitare il pericolo dello scippo dello storico tribunale. In questo non ci vediamo assolutamente niente di demagogico o di strumentale anzi, semmai, proprio demagogico e strumentale è l’inadeguata e pleonastica risposta del sindaco che tutto fa, tranne che individuare una concreta e seria soluzione da offrire alla città per non correre il rischio di vedersi portare via il tribunale”.
comune santa maria capua vetere tribunale pdl pdl biagio di muro
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.