Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

I professori non mollano, in centinaia a Caserta: il 5 maggio si sciopera. Ecco tutte le scuole rappresentate

30 / 04 / 2015

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Si è svolta mercoledì, presso l’Istituto Giordani di Caserta, l’assemblea, autoconvocata e libera dalle sigle sindacali, del coordinamento dei docenti casertani. Sentita la partecipazione dei docenti delle scuole di tutta la provincia, registrati dalla docente Luisa Maiello (Lorenzini-Caserta), tante le scuole che hanno aderito al movimento del coordinamento docenti casertani con la convinzione che l’era dei sindacati è tramontata e da soli bisogna farsi sentire e far valere i propri diritti. Ha aperto i lavori la docente Anna Dello Buono (IC san Leucio), referente del gruppo di coordinamento, esprimendo la soddisfazione per la partecipazione: «Sono veramente emozionata- ha dichiarato la docente- che dalla rete siamo riusciti a realizzare questo movimento. Il flash mob è stato solo l’inizio di un percorso che ci vedrà sempre più uniti e determinati”. La docente Mena Moretta (Giordani-Caserta) che ha poi sottolineato la necessità di essere compatti richiamando un documento che, già a ottobre, era stato elaborato da un gruppo di docenti: «Eravamo pochi, adesso sì che è possibile farci sentire, adesso la priorità è l’astensione il 5 maggio, solo se compatti possiamo sperare di incidere, la sfiducia nei confronti dei sindacati deve motivarci alla partecipazione. La rete si è rivelata una grande risorsa per essere in comunicazione, e anche il canale WhatsApp è stato strategico». Tra i numerosi interventi si segnalano quello accorato del prof Cesare Ucciero (Mattei-Caserta) che ha coinvolto la platea con un’amara riflessione sulla crisi del lavoro: «Qui non è la scuola ad essere precarizzata, è il lavoro che ha subito questo processo e ci hanno convinto che noi lavoratori non valiamo nulla, ma non è così. Dobbiamo resistere, trovare la forza di ribellarci e dimostrare con un’adesione massiccia allo sciopero che non è affatto così». «Lo sciopero significa numeri e quindi voti, facciamo capire- ha dichiarato Enza Sesio (Alighieri-Caserta) - che il dissenso è forte. Noi docenti siamo tanti, se un milione di docenti con le loro famiglie non voteranno il PD forse Renzi tornerà su questa decisione». Non è mancata la voce dei precari con l’appello di Marcella Raiola (Aversa) e di Clelia Pipicelli rappresentante del Gruppo GAE (Graduatorie A Esaurimento). In effetti tutto è iniziato con la mendace promessa di sistemare i precari: «Ma di altro non si è trattato- ha dichiarato la prof Raiola- che di un cavallo di Troia per poter dare il colpo mortale a noi precari e alla scuola». «Il movimento di base Gae- ha sottolineato la prof Pipicelli-lotta per tutti i precari, la questione degli Albi è tutta una fregatura, la verità che ci fa tremare è che noi saremo esclusi». «Per chi non partecipa allo sciopero- ha poi dichiarato la docente Annangela Cipriani (Diaz)- chiamerò i Carabinieri perché non accada che chi non ci ha voluto affiancare  approfitti della situazione, per chi non sciopera l’orario di servizio deve finire con il suono della campanella dell’ultima ora». Anche una rappresentanza del collettivo studentesco Scira è intervenuta all’assemblea, Francesco Fernicola del Diaz e Luca Barbieri del Giannone che, dopo un intervento che ha entusiasmato la platea dei docenti, ha avvisato che la Scira ha organizzato un pullman e che alcuni posti sono ancora a disposizione. Per il coordinamento docenti casertani, la docente Mena Moretta ha organizzato un pullman e coordina le partenze per la partecipazione della manifestazione che si terrà il 5 maggio  a Roma. La conclusione di questa vivace assemblea è stata affidata a Stefania Modestino (Diaz) , responsabile per la comunicazione del coordinamento, che ha risposto ai tanti dubbi circa le prove INVALSI e al comportamento che i docenti possono assumere anche per gli imminenti colloqui: «Nella funzione docente non rientrano le attività aggiuntive, per cui mentre i colloqui sono funzionali alla didattica, per  prove INVALSI siamo tenuti alla somministrazione ma non alla correzione. Possono iniziare a lavorare quei docenti che da 15 anni sono distaccati presso questo inutile ente. Se li correggessero loro. Solo i docenti della scuola secondaria di primo grado sono vincolati alla correzione perché le prove sono parte integrante dell’esame, ma il 19 giugno è lontano e può darsi che, nel frattempo,  accada qualcosa». In assemblea si è affermato che non sarebbe stato opportuno coinvolgere gli studenti e che, anzi, devono essere sollecitati alla frequenza per il 5 maggio. Prossimo appuntamento l’11 maggio, data in cui si è autoconvocata l’assemblea, per fare un bilancio su quanto accadrà e per stabilire le modalità per ulteriori forme di protesta, anche ad oltranza, nel caso in cui il DDL non venisse ritirato.

Elenco Scuole di provenienza dei docenti aderenti al gruppo:

GRUPPO COORDINAMENTO DOCENTI CASERTA  Diaz -Mattei- Giordani-Terra di Lavoro- Ferraris-Manzoni- Buonarroti-Liceo artistico San Leucio e Liceo classico Giannone Caserta- Isiss Amaldi Santa Maria-Itis Sessa Aurunca- Liceo Garofano Capua - Itis Marcianise-Liceo-Artistico Santa Maria CV- Liceo Quercia Marcianise- Ragioneria Santa Maria CV-Alberghiero Vairano- Alberghiero Teano- ITC Carli Casale-Liceo Classico Nevio Santa Maria- Liceo Scientifico Majorana Sessa-Liceo Artistico Cortese Maddaloni-Ipia Alife- ITC Piedimonte-ITC Gallo Aversa-ISISS Don Gnocchi Maddaloni- Ita Scorciarini e ITC De Franchis Piedimonte-IPIA Taddeo Sessa-Majorana Bachelet Santa Maria A Vico- Liceo scientifico Fermi Aversa- Isiss Castelvolturno-IC Collecini San Leucio-Scuola media Dante Alighieri -IC Da Vinci-De Amicis-IC Giannone-IC Ruggiero-IC Lorenzini Caserta- IC Vanvitelli-IC San Nicola Mazzini-Scuola Media Stanzione Orta di Atella- IC Recale-IC Capodrise-IC Moro Marcianise-IC Bosco Portico-IC Macerata-IC Villa di Briano-IC De Nicola Maddaloni-IC Mazzocchi Santa Maria-IC Pier Delle Vigne Capua- IC Croce Casal di Principe-IC San Marcellino- IC Valle Di Maddaloni- IC Alvignano- IC Moro San Felice-IC Bosco Marcianise-IC Pascoli Marcianise-IC Stroffolini Casapulla-IC Principe di Piemonte Santa Maria-IC Calcara Marcianise-IC Convitto Maddaloni

caserta scuola protesta professori riunione coordinamento
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.