Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Idv, Diana caccia Cella: "Impossibile andare avanti"

20 / 06 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Ormai è rottura definitiva tra il consigliere provinciale di Aversa Salvino Cella e l’Italia dei Valori. A mettere la parola definitiva all’espierienza nel partito di Di Pietro sono state proprio le dichiarazioni del candidato sindaco alle ultime amministrative che ha accusato i dirigenti provinciali ed il leader nazionale dell’Italia dei Valori Di Pietro di non averlo ‘pensato’ subito dopo le elezioni. “Neanche una telefonata mi hanno fatto” ha dichiarato questa mattina sulla Gazzetta di Caserta. E suibito è arrivata la reazione del commissario cittadino Gennaro Diana che ha definito “gravissime, ingenerose e destituite di ogni fondamento le dichiarazioni di Salvino Cella contro i vertici nazionali, regionali, provinciali e locali dell’ Italia dei Valori. Parole che lasciano il tempo che trovano dal momento che lo stesso Cella si contraddice da solo affermando contestualmente di essere capogruppo di un movimento civico in consiglio comunale e di voler restare capogruppo di IDV in consiglio provinciale, nonché un tesserato del partito di Di Pietro. Il nostro partito, non ammette né consente ambiguità come queste, ribadendo un principio sacrosanto, quello della coerenza politica e morale e cioè quello di stare in un partito senza se e senza ma. Per questa ragione nella riunione del coordinamento provinciale dell’ IDV di Caserta che si terrà venerdì prossimo sarà chiarita e risolta definitivamente la questione, partendo dal presupposto imprescindibile già rappresentato dal sottoscritto e dall’On. Formisano, segretario regionale, ossia che o Cella dichiara l’appartenenza in consiglio comunale all’IDV oppure può ritenersi “ fuori “ dal partito con i conseguenti provvedimenti disciplinari”.
Politica Aversa Cultura San Felice a Cancello San Felice a Cancello Cellole
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.