Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Il dramma della Terra dei Fuochi arriva in Europarlamento, Caputo: ‘Serve un decisivo contributo dell’Europa’

15 / 07 / 2014

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


“Chiedo un inizio autenticamente "nuovo" per l'Europa, con una espressa presa in carico della gravissima crisi ambientale che si vive in Campania nella cosiddetta Terra dei fuochi”. Lo ha dichiarato Nicola Caputo, Parlamentare europeo del Pd Gruppo S&D e membro delle Commissioni Agri (Agricoltura e Sviluppo Rurale) ed Evi (Ambiente, Sanitá Pubblica e Sicurezza Alimentare) nel corso del suo intervento al Parlamento europeo, riunito in sessione plenaria a Strasburgo. Il primo “one minute speech” Nicola Caputo lo ha voluto dedicare all’emergenza ambientale della Terra dei fuochi. “La gravissima crisi ambientale nella quale versano le Regioni del Sud Italia ed in particolare la terra dalle quale provengo, la cosiddetta Terra dei Fuochi, - spiega Caputo - impongono il doveroso ascolto del grido d'allarme e di aiuto che si leva dai cittadini chiamati a pagare un prezzo altissimo alla cattiva gestione del ciclo dei rifiuti ed alle infiltrazioni della criminalità organizzata. Negli ultimi anni si è riscontrato un nefasto impatto sulla salute dei cittadini, sull’ambiente e sull’agricoltura, con un incremento delle patologie tumorali che rendono necessaria la mappatura delle aree a rischio, un piano straordinario di bonifiche e l’adozione di  misure urgenti per la indotta crisi del comparto agroalimentare, eccellenza produttiva locale. Chiedo – conclude Caputo - che il Commissario all’Ambiente avvii una fase autenticamente nuova che sappia dare un decisivo contributo alla soluzione di  questa emergenza, con la definizione ed il finanziamento delle più efficaci strategie, al fine di restituire a quei popoli, al mio popolo, una terra che sia di lavoro e prosperità e non di "fuochi" e sofferenza”.
caserta terra dei fuochi nicola caputo europarlamento europarlamento intervento
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.