Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Il fantasma della guerra fredda a Caserta, le foto incredibili di una base Nato antiatomica abbandonata

21 / 09 / 2013

|

Carmine Di Niro

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Lo scoop è di due giornalisti del noto sito Wired.it, un’inchiesta su un luogo dimenticato da tutti, soprattutto dalla storia. CI troviamo tra Mondragone e Sessa Aurunca, nella roccia del monte Massico, e qui giace in stato di abbandono una ex base Nato, bunker antiatomico costruito negli anni ’50, in piena guerra fredda, per controllare l’intero Mediterraneo. Nella base, nome in codice Proto, vivevano circa 300 persone, e in caso di attacco nucleare avrebbe ospitato i militari Nato di stanza a Napoli. Nel 1996 la base è stata chiusa e abbandonata al proprio destino, come dimostrano le foto pubblicate: la struttura è stata infatti devastata nel corso degli anni per rubare rame, materiali da riciclare, mentre in una sezione della base (una superfice di ben 5 km) è stato addirittura trovato un canile abusivo. 
base nato mondragone abbandono rifiuti rifiuti bunker
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.