Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Il figlio di Sandokan fotografa giurati in aula, si temono intimidazioni

06 / 06 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Scatta una fotografia ai giurati durante il processo ai Casalesi in corso nel Tribunale di Santa Maria Capua Vetere: un gesto che ha tutto il sapore di una minaccia, visto che a farlo è stato Carmine Schiavone, figlio di un boss storico del clan, Francesco «Sandokan» Schiavone. Tra l'altro, proprio durante un'udienza che vede in qualità di imputato il fratello Nicola. Secondo quanto rende noto «Il Mattino», per questo episodio alla Prima Corte d'Assise sammaritana è stata imposta la tutela. Carmine, infatti, dopo la cattura del padre e del fratello, potrebbe essere il successore alla guida di un sodalizio criminale tristemente noto in tutto il mondo. Quella foto, secondo gli inquirenti, sarebbe da ricondurre alla volontà di manifestare pubblicamente il proprio potere mafioso. L'episodio risale a circa un mese fa. Un altro analogo fatto ha visto invece protagonista un altro figlio «eccellente», Oreste Iovine, secondogenito del «ninno» Antonio, arrestato dalla Squadra Mobile di Napoli nel settembre 2010 dopo 15 anni di latitanza. Oreste, durante una udienza del processo «Normadia», sempre nel Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, si è presentato nell'aula durante l'esame di un testimone passeggiando tra gli avvocati e rivolgendo lo sguardo verso chi stava processando padre e madre.
Cronaca Casal di Principe Casal di Principe Maddaloni Maddaloni Sarah Scazzi
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.