Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Il Nuovo Centrodestra di Capua affossa la giunta Antropoli: ‘Totale assenza di programmazione culturale’

01 / 08 / 2014

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Il circolo del Nuovo Centrodestra di Capua critica aspramente la programmazione culturale dell’amministrazione targata Antropoli, settore del turismo “carente se non latitante” che, dopo annunci di grandi competenze “occorre registrare un fallimento totale”. Spiegano infatti dal circolo in una nota: “Oltre ad elargire patrocini morali (quelli economici sono  impossibili ma continuamente promessi) ad iniziative di singole associazioni, non ricordiamo particolari iniziative di questo assessorato, oltre a qualche decina di cittadini presenti in sala consiliare nelle occasioni di premi di cui si è persa ogni traccia. Certamente è colpa  nostra che siamo poco attenti, ma non ricordiamo dopo che l’impresa Modugno ha  recuperato e riattivato la Fontana del Nettuno di via Roma altre fontane storiche oggetto di recupero né  particolari iniziative di “spessore”, ma soprattutto non abbiamo conoscenza del progetto  o programma di questo assessorato. Abbiamo conoscenza  però dei risultati, ma quelli sono sotto gli occhi di tutti. Molte attività sono da ascriversi ad imprenditori locali, alla  Pro Loco, ai volontari della Croce Rossa, oppure a commercianti  intraprendenti  ed associazioni rionali, tutto però scollegato dall’amministrazione che non riesce ad assolvere nemmeno il ruolo di coordinamento. Abbiamo anche il dubbio che  l’assessore/a conosca la problematica del Museo di arte  contemporanea, privo delle previste autorizzazioni di agibilità e sicurezza. Ci piacerebbe che oltre alle nomine ultime si accelerasse nel dotare la struttura delle necessarie autorizzazioni in modo da ospitare eventi e visitatori in totale sicurezza, evitando continui contenziosi. Ci piacerebbe che i famosi paletti che dovrebbero rappresentare dei percorsi turistici assolvessero  pienamente la loro funzione e guidassero i turisti verso chiese e monumenti  e non si  limitassero a semplici dissuasori o peggio ancora a birilli pericolosi. Ci piacerebbe apprendere di progetti finanziati da Enti sovra comunali (Regione, Ept, Europa). Rievocazioni storiche come “Il sacco di Capua” ed altri eventi culturali come il Carnevale rischiano pericolosamente di essere ulteriormente ridimensionati  a causa della totale assenza dell’amministrazione e chi per essa come l’assessorato, che dovrebbe garantirli, rischia di vanificare gli sforzi di chi con abnegazione e sacrificio cerca nelle Agenzie, Fondazioni ed associazioni  di ridare ai capuani la Capua che meriteremmo”.
capua nuovo centrodestra cultura eventi progremmazione amministrazione
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.