Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Il Pdl di Santa Maria Capua Vetere: ‘Sull’ospedale Melorio basta con le favole’

02 / 04 / 2013

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


“Fortunatamente per i sammaritani il destino dell’ospedale Melorio non è nelle mani del PD, di Di Muro, Mattucci e Stellato”. È quanto afferma con una nota il coordinatore Pdl di Santa Maria Capua Vetere Salvatore Mastroianni. “Se l’amministrazione di sinistra Mattucci, Di Muro, Stellato, si volesse occupare del destino dell’ospedale cosi come si sta occupando, da ben due anni, della viabilità, delle sorti del Tribunale, dell’urbanistica, delle tasse comunali, e dell’ambiente, forse è meglio per i cittadini sammaritani che costoro non se ne occupino affatto. Infatti – prosegue Mastroianni - visti i desolanti e devastanti risultati raggiunti in tutti i campi dalla loro amministrazione, forse se veramente ci fosse un loro interessamento potrebbe andare a finire che l’ospedale Melorio seriamente lo chiudono o lo finiscono di smembrare”. “Il Pdl alla luce del sole e attraverso i propri riferimenti politici e istituzionali, è in prima linea per fare in modo di preservare il più possibile lo storico ospedale sammaritano, visto che l’atto aziendale che lo riguarda deve essere approvato dalla Regione Campania. Il tutto – conclude Mastroianni - in una situazione sicuramente non facile dovuta ai disastri politici causati anche nell’ambito della sanità dal centro-sinistra bassoliniano. Per avere almeno un’idea di tali disastri politici basterebbe chiedere al consigliere Giuseppe Stellato, visto che ne è stato fiero sostenitore insieme al Partito Democratico. Tali precisazioni erano dovute per amore della verità e per rispetto della memoria storica di ciò che è avvenuto nella nostra Regione e nella nostra città”.
santa maria capua vetere salvatore mastroianni ospedale melorio pdl pdl giuseppe stellato
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.