Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Il questore Gualtieri ospite del liceo Manzoni a Caserta per la chiusura dell`anno

08 / 06 / 2013

|

Pina Monteforte

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


L’anno scolastico sta ormai volgendo al termine, gli esami di maturità sono alle porte e al liceo Alessandro Manzoni di Caserta è doveroso salutare gli alunni con il riconoscimento dei vari laboratori che hanno preso luogo nel corso di quest’anno e soprattutto con l’onorificenza da parte del Presidente della Repubblica. Definire la scuola come un laboratorio sembra essere il principio cardine di questo grande “campus” come lo definiscono in molti per la sua attitudine a non soffermarsi alle ordinarie ore scolastiche segnate dal suono della campanella, andando oltre e offrendo ai suoi alunni vari progetti svolti all’interno della scuola e presentati poi oltre i confini territoriali di appartenenza. Quest’anno oltre ai classici “Giochi del Mediterraneo”, “Teatro classico” e tanti altri, gli alunni del Manzoni si sono cimentati nella creazione e montaggio di un video. Si è trattato di un vero e proprio evento di comunicazione se si considera che il video è stato presentato al Festival cinematografico “Ciak Junior” che si è svolto a Cortina d’Ampezzo, permettendo ai “manzoniani” di accaparrarsi ben due premi: miglior soggetto del corto cinematografico e miglior attore. Evento di comunicazione senza dubbio ma anche un momento di crescita per i ragazzi: hanno avuto una grande opportunità, lavorando in questo modo con registi e assistendo all’evoluzione di una storia scritta da loro stessi in un vero e proprio cortometraggio cinematografico. “Più che un futuro” è il titolo del lavoro cinematografico che aderisce a tematiche prepotentemente presenti sul territorio casertano ma anche nazionale come bullismo, camorra, disoccupazione.  Le scene sono state riprese all’interno dell’istituto casertano per poi passare alle meraviglie che il territorio offre come Casertavecchia, il Belvedere di San Leucio e la Reggia. Il cortometraggio ha dato così la possibilità di offrire una panoramica completa del territorio in cui i protagonisti vivono, mettendo in risalto tematiche che abbracciano l’intero stivale per poi soffermarsi a problematiche che gli riguardano più da vicino. I ragazzi hanno infatti ben pensato di presentare i luoghi ripresi sotto varie sfaccettature, evidenziandone l’invidiabile storia ma anche gli aspetti negativi a cui sono soggetti, come ad esempio lo sfacelo che da mesi a questa parte colpisce la Reggia di Caserta. E’ stata dunque condotta un’analisi positiva ma anche critica, “necessaria per la crescita del territorio” come ha affermato la preside Adele Vairo, orgogliosa dei “miei ragazzi”, come ama definirli, che si sono affermati come dei veri e propri “modelli virtuosi”. Presenti alla conferenza stampa, tenutasi presso l’aula magna del liceo Manzoni, varie istituzioni locali che hanno prestato sin da subito attenzione al progetto presentato dai ragazzi come ad esempio il questore Gualtieri e altre rappresentanze locali. Il cortometraggio presentato al Festival “Ciak Junior” è sicuramente risultato di grande impegno da parte dei ragazzi impegnati nel progetto “Legalità” della professoressa Mattiello, ed è motivo di grande orgoglio per il territorio casertano considerato il riconoscimento da parte del Presidente della Repubblica “per aver saputo esprimere attraverso il linguaggio cinematografico, una forte sensibilità verso temi di particolare rilevanza sociale ricondotti, con maturo senso di responsabilità, al coraggio individuale di scegliere”.
scuola liceo manzoni caserta adele vairo adele vairo foto
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.