Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Il regista casertano Ippolito sbanca col cortometraggio ‘Inside Africa’

18 / 09 / 2012

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Un successo targato Caserta. E’ quello ottenuto dal cortometraggio ‘Inside Africa’ che ha vinto il primo premio al concorso “Hai visto mai? Festa del documentario sociale e di costume” di Luca Zingaretti. Il regista casertano Gaetano Ippolito ha ricevuto il premio dal sindaco di Cortona e dall'attore noto al grande pubblico come il "Commissario Montalbano" di Andrea Camilleri. Le motivazioni che hanno attribuito il premio come miglior documentario al viaggio in Tanzania dei medici casertani dell'associazione "Una mano tesa per Tharaka", sono state lette dall'attore Tullio Solenghi.Tra i sei finalisti in gara alla settima edizione di "Hai visto mai? - Festa del documentario sociale e di costume" di Luca Zingaretti, tenutasi a Cortona dal 15 al 16 settembre, "Inside Africa" di Gaetano Ippolito è stato ritenuto il miglior documentario dalla giuria, della quale facevano parte, tra gli altri, l’attore Tullio Solenghi ed il produttore Gaetano Di Vaio. Ed è stato proprio l'attore Tullio Solenghi a leggere le motivazioni che hanno attribuito il primo premio al documentario prodotto da "Terra di Cinema" in collaborazione con Set, a conclusione della serata presentata da Luca Zingaretti: "Il respiro dell’Africa, la terra del nuovo millennio, raccontata con gli occhi dell’occidente, attraverso le esperienze ed i percorsi di un medico missionario, l’italiano Giuseppe Valente. Due culture, dunque. Quella occidentale che si interroga su sé stessa e quella africana alla ricerca di un legittimo riconoscimento in un mondo globalizzato. Questo documentario restituisce un senso a parole purtroppo spesso banalizzate come ‘dignità’ ed ‘emozione’”.
Caserta Eventi Cultura Cesa Cesa Piedimonte Matese
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.