Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Il sindaco di Trentola Ducenta scrive al direttore generale dell’Asl: ‘Intollerabile la situazione nell’area ex Maddalena’

10 / 07 / 2013

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Il sindaco di Trentola Ducenta Michele Griffo ha scritto una dura lettera rivolta al direttore generale dell’Asl Caserta, Paolo Menduni, sulla situazione all’interno dell’area ex Maddalena. Abbiamo appreso con stupore – scrive Griffo - che all’interno dell’area dell’ex Maddalena operino associazioni che predicano legalità e rispetto dell’ambiente e poi si rendono colpevoli di atti illegali e contro l’ambiente. Ci fa meraviglia che all'interno dell’ex ospedale psichiatrico, dove continuano ad insistere uffici dell'Asl Caserta, operino l'associazione "Un fiore per la vita" e la fattoria sociale "Fuori di zucca", due organismi che risultano inadempienti per quanto riguarda il pagamento dei canoni per l'utilizzo degli spazi a loro disposizione. Già questo basterebbe per adottare provvedimenti a loro carico fino a giungere alla revoca dell'affidamento degli spazi. Ma ci sono altri particolari, ancora più gravi a carico di queste associazioni che non possono passare sotto silenzio. Innanzitutto – continua Griffo nella missiva - a dispetto di tutti gli interventi delle Istituzioni e dei vari comitati tesi ad effettuare un’opera di sensibilizzazione verso la problematica dei roghi e sfidando tutti i controlli posti in essere per limitare il fenomeno, nella fattoria sociale, colti in flagranza di reato,  sembrerebbe siano stati bruciati tranquillamente rifiuti e sterpaglie producendo quantomeno diossina. Inoltre, le attività estive poste in essere dalla fattoria sociale sono a pagamento ed offerte a prezzi tutt’altro che economici, considerato che per ospitare i bambini tra i campi in compagnia di un asinello e di pochi altri animali malandati si fanno pagare 35 a settimana, somma che lievita fino a 70 a settimana se si intende fruire anche del pasto. Mediamente ci sono almeno trenta bambini a settimana che non consumano il pasto, che moltiplicati per i 35 euro fanno ben 1050 euro a settimana, pari a 4mila e 200 euro al mese, e che ve ne sono almeno altri dieci che si fermano anche a mangiare per altri 700 euro a settimana che fanno altri 2mila e 800 euro al mese per un totale complessivo di 7mila euro al mese. Davvero un  bell’affare per chi non paga i canoni. Speriamo che almeno facciano la ricevuta e paghino le tasse. Secondo fonti ben informate a capo di tutto questo sembra ci sia una nostra vecchia conoscenza, il che, se vero, visti i risultati non ci meraviglierebbe affatto. Pertanto – conclude Griffo - chiediamo interventi urgenti, anche di revoca della concessione degli spazi, a salvaguardia dei bambini e delle loro famiglie che potrebbero subire malversazioni e scarsa cura”.
comune trentola ducenta michele griffo asl asl denuncia
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.