Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Imprenditore-usuraio arrestato dalla Finanza, sequestrati immobili a Mondragone

24 / 09 / 2014

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Nella mattinata odierna i finanzieri della Compagnia di Ottaviano (Na), al termine di un’indagine coordinata diretta da quest’Ufficio, hanno eseguito nei confronti di dell’imprenditore Pasquale Carbone  dei suoi figli Anna ed Antonio, amministratori di società operanti nel settore della distribuzione alimentare dislocate nella provincia napoletana, un provvedimento di sequestro preventivo “per equivalente” dell’importo di 1.641.750,00 euro. L’attività investigativa ha tratto spunto dalla presentazione di una denuncia-querela presentata da un imprenditore di Ottaviano  operante nel settore della grande distribuzione, riguardante episodi usurari che lo hanno visto coinvolto, quale parte offesa, dall’anno 2006 sino all’anno 2011. In denuncia, la vittima ha riferito che l’usuraio, imprenditore di Saviano  anch’esso operante nel settore della commercializzazione di generi alimentari, gli avrebbe corrisposto, in tre tranches nell’arco di un anno, 144mila euro, e che tali somme gli occorrevano per risolvere lo stato di crisi in cui versava ed evitare il fallimento. Il denunciante precisava che la condotta era stata posta in essere dall’imprenditore, coadiuvato dai suoi figli. Pasquale Carbone (principale autore della condotta criminosa),formalmente pensionato ma gestore di fatto di due società intestate ai figli, si occupava d’incrementare le risorse finanziarie familiari mediante la concessione di prestiti da restituire con tassi di interessi usurari utilizzando le attività commerciali per raggiungere lo scopo illecito. Il lavoro di indagine ha consentito infatti di accertare che, fronte di un prestito di 144.000 euro, la parte offesa ha dovuto corrispondere all’usuraio una somma dì euro 1.641.750,00, applicando quindi un tasso di interesse annuo del 225%. La solidità dell’impianto probatorio ha consentito alla Procura della Repubblica di Nola di richiedere ottenere dal gip l’emissione di un provvedimento di sequestro preventivo finalizzato alla confisca per equivalente di beni nella disponibilità degli indagati per un valore complessivo di 1.641.750,00 di euro. Sono stati pertanto sottoposti sequestro 8 unità immobiliari site a Saviano, Nola e Mondragone, nonché conti correnti e depositi, quote societarie ed autovetture

mondragone sequestro immobili imprenditore usura guardia di finanza
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.