Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Infopoint abusivi: indagati dirigente del Comune e presidenti delle Pro Loco

19 / 05 / 2017

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Gli Infopoint di San Leucio e Casertavecchia sono abusivi. E' questa l'accusa della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere che ha notificato tre avvisi di conclusione delle indagini preliminari a carico dei due presidenti delle Pro Loco, Pierluigi Cicia per Casertavecchia e Donato Tartaglione per San Leucio, ed al dirigente comunale Marcello Iovino. Due sono i capi d'accusa a carico dei tre indagati (Iovino è accusato di aver agito in concorso con i due presidenti delle Proloco separatamente). Il primo riguarda l'installazione - sia a San Leucio sia a Casertavecchia - "di un chiosco metallico (di proprietà del Comune ndr) su una pedana in cemento adibito a servizio di accoglienza turistica" avvenuta "in assenza del permesso a costruire ed in zona sottoposta a vincolo paesaggistico". Un abuso che sarebbe stato commesso, secondo la ricostruzione del pm Domenico Musto, "senza la prescritta autorizzazione della Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio di Caserta". A far scaturire l'inchiesta è stata una mail anonima inviata in Procura in cui si segnalava la presenza dell'infopoint leuciano e si chiedeva agli inquirenti di verificare le autorizzazioni. Dai controlli, svolti dai carabinieri del Tpc di Napoli, è emersa la mancanza dei permessi necessari all'installazione. Il pm Musto aveva anche chiesto il sequestro dei due manufatti ma il gip Sergio Enea non ne ha accolto l'istanza.   

 

caserta indagati dirigente iovino presidenti pro loco san leucio casertavecchia
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.

     
http://api.viralize.tv/vast/?zid=AABDjcQFjsvezgFO&u=noicaserta.it