Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

INQUINAMENTO REGI LAGNI | Rilievi eseguiti da Legambiente: "Risultati sconvolgenti"

02 / 08 / 2019

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Regi Lagni, test accertano inquinamento per il decimo anno consecutivo I FOTO E VIDEO

E per il decimo anno consecutivo il campionamento eseguito dai tecnici della Goletta Verde di Legambiente, presso la Foce Regi Lagni, è stata giudicato “fortemente inquinato”. Per questo, in occasione dell’arrivo oggi in Campania dell’imbarcazione ambientalista, gli attivisti di Legambiente hanno effettuato un blitz, esponendo sul punto analizzato un grande striscione con la scritta “Che vergogna!”, con l'obiettivo di denunciare la situazione in cui versa la foce dei Regi Lagni da ormai troppi anni.

Il prelievo è stato eseguito il 15 luglio scorso, quando l’equipe tecnica della Goletta Verde ha setacciato le coste campane alla ricerca di criticità. “Quella dei Regi Lagni è un’emergenza cronica – afferma Francesco Pascale, di Legambiente Campania – Lo ribadiamo da anni, ma purtroppo non troviamo riscontri: è necessario affrontare con decisione il problema della mancata depurazione. Parliamo di situazioni critiche che segnaliamo da anni, ma per le quali evidentemente poco o nulla è stato fatto. Per questo Legambiente anche quest’anno affiancherà alla denuncia pubblica sullo stato delle acque anche un'azione giuridica, presentando nuovi esposti alle autorità competenti per chiedere di verificare le cause di queste criticità e denunciare i responsabili secondo le nuove norme previste dalla legge sugli ecoreati. Questo caso è uno dei tanti che sul territorio campano contribuiscono alla procedura d'infrazione europea che sta costando all'Italia già 60 milioni di euro all'anno, 5 milioni al mese che avremmo potuto utilizzare per realizzare fognature e depuratori, creando inoltre posti di lavoro”.

 

regi lagni inquinato legambiente castel volturno
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.