Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

Il questore di Caserta: "Attenzione alta per il terrorismo. Più uomini contro furti e rapine"

03 / 12 / 2015

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Dall'allerta terrorismo alla lotta alla criminalità organizzata, passando per uno dei maggiori fattori di tensione sociale, come le rapine ed i furti in casa. Il questore di Caserta Francesco Messina ha affrontato tutti questi casi scottanti questa mattina nel corso della presentazione dei nuovi dirigenti dei commissariati di Marcianise, Maddaloni e Casapesenna oltre che del nuovo funzionario addetto alla Squadra Mobile di Caserta.

Terrorismo. "Il sistema di sicurezza di Caserta non pesa solo sulla polizia di stato ma di tutte le forze di polizia.  Abbiamo effettuato un implementazione dei servizi mirati a svolgere un'attività di vigilanza che non deve, però, bloccare la vita delle persone. Il numero di persone a disposizione e' sufficiente per controllare il territorio casertano. Poi per l'attività di intelligence, cioè per quel lavoro di prevenzione e raccolta informazioni, ci vuole sicuramente un'implementazione degli uffici come quello della Digos che abbiamo fatto. In provincia di Caserta, comunque, non emergono segnali di collegamento coi terroristi. Ma questo comunque non significa che non ci stiamo muovendo. Anzi, stiamo lavorando come se questi segnali vi fossero, presidiando, con agenti in divisa e quelli in borghese, i punti caldi, come la Reggia, i centri commerciali, i cinema e gli stadi".

La camorra. "Negli ultimi anni è stato portato avanti un percorso importante sul fronte della lotta alla criminalità organizzata, soprattutto per quel che concerne l'apparato militare dei Casalesi. Ora dobbiamo alzare il livello dell'attenzione, andando a colpirli anche sul fronte economico. Per questo motivo abbiamo implementato le forze a disposizione della divisione anti crimine per le indagini patrimoniali".

Rapine e furti. "Abbiamo aumentato le pattuglie in strada sia su Caserta città che per il resto della provincia.  Inoltre abbiamo avuto anche un'implementazione delle forze per il commissariato di Casapesenna che sarà importante per andare a coprire un'area molto vasta e difficile come quella dell'agro aversano, in collaborazione col commissariato di Aversa. Ed abbiamo deciso di affidare l'ufficio al dottore Schettino che viene dalla Squadra mobile di Casal di Principe e che quindi conosce molto bene il territorio".

caserta questore francesco messina rapine furti terrorismo
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.