Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

La Juvecaserta non si ferma: battuta Capo d'Orlando, la Final Eight si avvicina

20 / 11 / 2016

|

Giuseppe Perrotta

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


La Juvecaserta si conferma la vera sorpresa del campionato di serie A di Lega Basket: al Palamaggiò cade anche Capo d’Orlando (91-86) al termine di una partita giocata in equilibrio fino a 3’ dalla fine quando Giuri e Cinciarini l’hanno indirizzata nel verso giusto per i bianconeri. Non è stato semplice avere la meglio dei siciliani guidati dal coach casertano Gennaro Di Carlo che hanno lottato fino all’ultimo secondo disponibile dimostrando di avere grande qualità dal perimetro, pagando però un po’ di ‘testa’ nei momenti decisivi del match. Una vittoria che avvicina ancor di più la Juvecaserta alla Final Eight mentre domenica si va a Venezia.

LA GARA. La Juvecaserta parte a razzo con Sosa che piazza la tripla al primo tentativo di serata. Il numero 4 bianconero sembra essere ispirato e piazza anche l’assist per l’alley-oop di Putney che vale l’8-3 del 2’. La fuga dei padroni di casa viene però subito bloccata da 5 punti filati di Archie che regalano il pari al 4’. Caserta però è con la testa nella partita e soprattutto ha un Sosa che, mai come stavolta, sembra essersi messo subito a suo agio sul parquet del Palamaggiò: da lui partono tutte le azioni che portano ai canestri di Watt, Bostic, Putney e Gaddefors che valgono il 20-14 del 7’. Capo d’Orlando si mette a zona per tentare di bloccare l’attacco di Caserta ma due sciocchezze in difesa di Czyz regalano due giochi da 3 punti a Delas e Iannuzzi che permettono ai viaggianti di tornare a -2 subito ‘rimbalzati’ dalla bomba di capitan Giuri che chiude il primo quarto (25-20 al 10’).

Cinciarini bagna con un piazzato dai 6 metri il rientro sul parquet, ma Fittipaldo replica con una bellissima (e fortunata) entrata nel cuore dell’area bianconera. Capo d’Orlando (allenata dal coach casertano Gennaro Di Carlo) continua sulla zona e riesce a creare qualche grattacapo a Caserta che non trova con maggiore difficoltà tiri puliti per gli esterni e non riesce Watt nell’area pitturata. E dopo il terzo gioco da 3 punti a favore di Fitipaldo gli ospiti si trovano di nuovo a -2, ma Caserta risponde con un’ottima circolazione di palla per aggirare la zona che regala un piazzato da 3 punti a Cinciarini che fa esplodere il Palamaggiò (30-25 all’12’). Coach Di Carlo allunga anche la difesa col pressing che inizia dalla rimessa e questo crea non pochi grattacapi a Caserta che perde secondi importanti per la costruzione dell’azione. Putney e Fitipaldo si sfidano a colpi di triple ma da una palla persa di Sosa in attacco Orlandina costruisce (non senza difficoltà) il canestro del 34 pari con Delas al 15’. La reazione dei padroni di casa però arriva subito: 2 liberi di Bostic e due entrate di Sosa per il nuovo + 6 al 17’. Dell’Agnello ordina la ‘difesa dura’ e l’attacco di Orlandina si inceppa, Putney arriva in doppia cifra con un piazzato dai 6 metri che fa esplodere il Palamaggiò e Sosa chiude il suo primo tempo con due liberi che gli valgono la doppia cifra (10 punti). Fittipaldo lo imita dal lato opposto, ma a chiudere il quarto è una intelligente giocata di Jackson che si guadagna 3 liberi sulla sirena (47-38 al 20’).

Diener mette in mostra tutta la sua qualità al tiro da 3 con due bombe consecutive, ma Putney replica con un missile da 7 metri. Il numero 12 bianconero è l’unico però a trovare il canestro mentre i compagni litigano coi ferri. Così quando Diener mette le terza tripla della sua serata, Capo d’Orlando si ritrova di nuovo a -2 (53-51 al 25’). Ma nel momento più difficile per i bianconeri, Sosa si assume la responsabilità della tripla che entra e dà fiato ai padroni di casa. La gara viaggia su un grande equilibrio, ma Caserta non trova più la via del canestro: Sosa ha una sorta di black out e gli ospiti al 28’ trovano anche il primo vantaggio della serata col piazzato di Fitipaldo (56-57). L’unico ad essere ‘on fire’ è Putney che carica di falli Delas e Archie (4 a testa) e si guadagna due liberi che realizza nell’ultimo minuto. L’ultimo tiro (dopo uno sfondamento di Sosa) è di Archie che realizza ma si becca un tecnico per proteste (chiedeva un fallo) che lo toglie dal campo per l’ultimo parziale (58-59 al 30’).

Il libero di Cinciarini impatta la partita a cronometro fermo ed inizia, di fatto, un’altra gara che Dell’Agnello si gioca inizialmente con Sosa in panca dopo i tanti errori del terzo quarto. La tensione sale e Putney si becca un antisportivo su un rimbalzo in attacco che Iannuzzi sfrutta a metà. Ma da un’altra palla persa in attacco arriva il +3 di Orlandina con Fittipaldo (59-62 al 31’). Caserta sembra in bambola e dopo 2 tiri forzati di Giuri arriva anche la persa di Bostic che permette ai viaggianti di tornare in lunetta con Iannuzzi per il +5. Un canestro forzatissimo di Gaddefors ridà fiato ai tifosi casertani, con Watt che inizia a far sentire il suo peso stoppando prima Fitipaldo e poi realizzando sulla sirena. La tripla di Sosa dopo un canestro facile di Iannuzzi regala il pari a quota 66 al 34’.  Caserta torna finalmente in partita e trova di nuovo la via del canestro, ma cade nella trappola delle proteste con Cinciarini che si becca un tecnico dopo un fallo non fischiato. Ma la gara è apertissima e capitan Giuri decide di diventarne protagonista c0on due triple consecutive che portano i padroni di casa di nuovo avanti a 5’ dalla fine (74-69). Diener forza e sbaglia, mentre Watt punta Delas che si becca il quinto fallo e deve abbandonare il parquet. Il Palamaggiò diventa una bolgia e Fitipaldo ne fa le spese facendo 1/2 ai liberi, mentre Cinciarini mette due triple consecutive che valgono il massimo vantaggio (81-72 al 37’). Coach Di Carlo prova ad allungare di nuovo la difesa, ma stavolta Caserta trova il modo per uscirne. E quando Diener prova a riaprire la gara con una bomba delle sue, capitan Giuri risponde con la stessa moneta e chiude di fatto la gara a 1.30’’ dalla sirena. Capo d’Orlando ci prova fino alla fine ma deve arrendersi ai liberi di Sosa che segnano il 91-86 finale.

JUVECASERTA-CAPO D’ORLANDO 91-86

(25-20; 47-38; 58-59)

JUVECASERTA. Sosa 21, Cecere ne, Cinciarini 12, Putney 17, Gaddefors 5, Jackson 3, Giuri 12, Bostic 4, Cefarelli ne, Metreveli 2, Czyz 0, Watt 15. ALL. Dell’Agnello

CAPO D’ORLANDO.  Galipò ne, Munafò ne, Tepic 8, Fitipaldo 12, Iannuzzi 14, Laquintana 6, Peri ne, Nicevic ne, Delas 11, Diener 18, Archie 13, Stojanovic 4. ALL. Di Carlo

juvecaserta capo dorlando 91 86 tabellino cronaca lega basket
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.