Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

L`amministrazione di Cesa: `Sulla Tarsu il Pd dice il falso`

26 / 03 / 2013

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


“Non abbiamo alcuna intenzione di accusare l’amministrazione precedente di tutto quello che accade, ma ancora una volta, in risposta ad evidenti falsità ed a una scorretta strumentalizzazione da parte del Pd del malumore dei cittadini, e del comprensibile disagio di coloro che si trovano in difficoltà economiche, siamo costretti a ribadire a chi nell’amministrazione precedente aveva ruoli di governo e a chi era il segretario del partito che amministrava il paese che essi ci contestano cose che sono la diretta conseguenza di atti messi in essere da loro stessi”. È quanto dichiara con una nota l’attuale amministrazione di Cesa, guidata dal sindaco Cesario Liguori. “Ci vuole un bel coraggio –afferma la maggioranza - dire che abbiamo aumentato la Tarsu quando sappiamo tutti che le bollette attuali sono il risultato del contratto stipulato dalla precedente amministrazione che ha avuto decorrenza dal 1 maggio 2011 passando da 36mila euro mensili agli attuali 64mila, con un incremento mensile di 28mila euro che ha comportato nel 2012, rispetto al 2011, un incremento di 114mila euro pari alla differenza di costo dei primi quattro mesi del 2011. L’incremento delle tariffe rispetto al 2011 è dovuto al fatto che i primi quattro mesi del 2011 erano stati pagati a 36mila euro al mese, mentre per il 2012 tutte le mensilità sono state pagate a 64mila euro al mese. Inoltre – continua la nota dell’amministrazione - mentre nel 2011 l’incremento tariffario è stato mascherato dalla precedente amministrazione con l’addizionale comunale all’energia elettrica che ha garantito un gettito di 115mila euro, nel 2012 non è stato possibile applicare tale addizionale in quanto fiscalizzata dallo Stato e quindi di fatto abolita, per cui anche questa somma è stata caricata sulle bollette. Siccome la legge prescrive che le tariffe Tarsu devono garantire la copertura del 100% del costo del servizio, con le tariffe 2012 è stato necessario coprire una maggiore spesa di 229mila euro rispetto all’anno precedente. Le addizionali ex Eca, ex Meca e tributo provinciale igiene ambientale non sono un aumento della tassa stabilito da noi, ma qualsiasi amministratore esperto dovrebbe sapere che vennero aggregate alla Tarsu con la legge 549/95 per venire incontro ai comuni per le spese sostenute per lo smaltimento dei rifiuti nelle discariche e sono incassate dai comuni già dal 1996 nella misura del 5% dell’importo dovuto per la Tarsu. Per quanto riguarda le accuse sul mancato rispetto del patto di stabilità, senza alcun vittimismo da parte nostra, avremo modo di chiarire, appena saranno pronti i conti definitivi, le responsabilità e i meriti”.
cesa cesario liguori pd tarsu tarsu patto di stabilita`
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.