Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

L`Artzone di Santa Maria CV ospita un dibattito sulla Terra dei fuochi: `Chi doveva agire non ha agito`

03 / 02 / 2014

|

Sofia Papale

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Un appassionato dibattito sulla problematica della ‘terra dei fuochi’, si è tenuto ieri sera presso la sede dell’associazione ArtZone di Santa Maria Capua Vetere. A introdurre la serata un eccellente corto teatrale ad opera di Francesco Russo, giovane attore vincitore del premio Siae 2014, che ha interpretato stralci delle dichiarazioni desecretate di Carmine Schiavone e varie testimonianze, in particolare la lettera che don Maurizio Patriciello ha indirizzato al pentito chiedendo di specificare i luoghi avvelenati, e la lettera, sempre del parroco, indirizzata al presidente della Repubblica con le testimonianze di tutti i bambini morti a causa di tumore. Dopo questo intenso momento teatrale è avvenuto il dibattito alla presenza di Raffaello Magi, giudice di Cassazione, il geologo Paolo Farina, Francesco Marconi, responsabile provinciale di Slow Food Caserta e Rino Borrozzino, assessore all'Ambiente del Comune di San Tammaro. Ha moderato l’incontro la giornalista Maria Michela Formisano. In particolare Francesco Marconi ha ribadito la gravità della situazione campana e soprattutto a Caserta, “c’è il massimo della crisi. Noi stessi, così come avrebbero potuto e dovuto fare tutti i cittadini, abbiamo mandato alla Regione una richiesta di mappatura di tutti i territori inquinati, di segnalare quindi le zone più o meno a rischio. Il problema è che chi doveva agire, non ha agito”.
santa maria capua vetere convegno terra dei fuochi artzone artzone carmine schiavone
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.