Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

L’Asl di Caserta in prima linea nella rete antiviolenza con il progetto Iara

16 / 01 / 2014

|

Redazione

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Venerdì 17 gennaio si terrà  presso la Seconda Università degli Studi di Napoli  di via Vivaldi, a Caserta, ore 9, la giornata conclusiva degli incontri del Corso di Formazione in materia di violenza alle donne e ai minori, nell'ambito del progetto I.A.R.A. (Intervento di Ampliamento della Rete Antiviolenza), patrocinato dal Dipartimento Pari Opportunità della Procura di Santa Maria Capua Vetere e finanziato dall’omologo della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in partenariato tra il comune di Santa Maria Capua Vetere, il Dipartimento di Psicologia della SUN, l'Asl di Caserta e la Cooperativa Sociale EVA. La formazione, che ha visto la partecipazione di oltre 250  persone (operatori sanitari, sociali, di polizia giudiziaria) segue l'attivazione di due sportelli antiviolenza presso il Pronto Soccorso dell’ospedale “Moscati” di Aversa e quello della clinica "Pineta grande" di Castel Volturno. I lavori della giornata conclusiva, risultato del contributo fattivo di tutti i partecipanti, in cui si farà il punto sulla costituenda rete territoriale antiviolenza, saranno preceduti dai saluti del Procuratore della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere Corrado Lembo, del Direttore Generale dell'Asl Paolo Menduni, del Questore di Caserta Guido Longo e vedranno la partecipazione del Sostituto Procuratore Generale presso la Corte d’Appello di Napoli Giovanni Cilenti, dei Sostituti Procuratori della Procura di Santa Maria Capua Vetere Antonella Cantiello e Andreana Ambrosino, di Anna Costanza Baldry (docente SUN), di Stefania Fornasier (ASL Caserta), di Roberto Pirro (Comune di Santa Maria Capua Vetere), di Raffaella Palladino (cooperativa EVA). Presiederà i lavori il Procuratore Aggiunto della Procura di Santa Maria Capua Vetere Raffaella Capasso.
sanita` asl caserta violenza violenza corso
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.