Continua a seguire NOI CASERTA anche sui Social Network

L' ospedale di Marcianise rischia di perdere altri due reparti a favore di Maddaloni, 3 consiglieri Udc "allertano" il sindaco

01 / 09 / 2013

|

Francesca Pagano

Stampa l'articolo


Invia l'articolo


Il pericolo ‘smembramento’ per l’ospedale di Marcianise è ancora dietro l’angolo. Ne sono convinti i consiglieri comunali dell’Udc Pasquale Salzillo, Carmen Foglia e Francesco Zinzi che hanno presentato una interrogazione al sindaco Antonio De Angelis ed alla sua giunta per chiedere cosa sta facendo l’amministrazione comunale per evitare nuovi ‘scippi di reparti’. E spiegano: “I decreti del commissario ad acta per la prosecuzione del Piano di Rientro del Settore Sanitario prevedono l’accorpamento del Presidio Ospedaliero di Maddaloni a quello di Marcianise, stabilendone tempi (60 mesi) e modalità, prevedendo, frattanto, ossia nelle more del completamento del Presidio Ospedaliero di Marcianise che, a regime, dovrà ospitare tutte le attività attualmente svolte nel Presidio di Maddaloni, un processo di ottimizzazione e razionalizzazione dei processi assistenziali ovvero a titolo esemplificativo: per l’Unità Operativa di Pneumologia del Presidio Ospedaliero di Maddaloni un modello organizzativo ad elevata flessibilità al fine di garantire la gestione comune delle risorse umane con l’Unità Operativa di Medicina Generale del Presidio; l’incremento di 1 posto letto l’Unità Operativa di Terapia intensiva del Presidio Ospedaliero di Maddaloni per un totale di 6 posti letto ordinari; l’accorpamento dell’Unità Operativa di neonatologia di Maddaloni con l’Unità Operativa di neonatologia del Presidio Ospedaliero di San Giovanni Moscati di Aversa; l’incremento dei posti letto dell’Unità Operativa di cardiologia del Presidio Ospedaliero di Marcianise a 8 posti letto ordinari e 2 posti letto diurni contro i 4 posti letto di DH; l’incremento di 4 posti letto dell’Unità Operativa di chirurgia generale del Presidio Ospedaliero di Marcianise per un totale di 16 posti letto articolati in 14 posti letto ordinari e 2 diurni;  l’accorpamento delle Unità Operative di gastroenterologia e di celiachia e malattie motorie digestiva del Presidio Ospedaliero di Marcianise ed elevata flessibilità per la nuova Unità Operativa derivata da tale accorpamento, al fine di garantire la gestione comune delle risorse umane con l’Unità Operativa di Medicina Generale del Presidio; l’accorpamento dell’Unità Operativa di Endocrinologia all’Unità Operativa di Medicina Generale; la soppressione nella pianificazione del Presidio Ospedaliero di Marcianise dell’unità operativa di Emergenza Ospedaliera; l’accorpamento dell’Unità Operativa Nido del Presidio Ospedaliero di Marcianise con l’Unità Operativa di Pediatria ed elevata flessibilità al fine di garantire la gestione comune delle risorse umane con l’Unità Operativa di ostetricia e ginecologia. Recenti notizie preannunciano e documentano il prossimo trasferimento dei reparti di ginecologia ed ostetricia nonché pediatria dal locale ospedale di Marcianise per essere accorpati a quelli dell’ospedale di Maddaloni.  Per questo motivo vogliamo sapere cosa intenda fare il sindaco al fine di scongiurare l’ulteriore smembramento del locale Ospedale mediante il trasferimento dei reparti di Ginecologia e Pediatria, nonché al fine di dare concretezza ai decreti del Commissario ad Acta per la prosecuzione del Piano di Rientro del Settore Sanitario”.

marcianise ospedale reparti trasferiti trasferiti consiglieri udc
© Riproduzione Riservata

POTREBBE INTERESSARTI

clicca qui per ridurre


ARTICOLI CORRELATI

Seguici


Per offrirti il miglior servizio possibile il giornale utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.